Al Bano e il caro bollette: «Ho pagato 340.000 euro, chi dice che "tanto sono ricco" è un cretino»

La denuncia del cantante

Al Bano e il caro bollette: «Ho pagato 340.000 euro, chi dice che "tanto sono ricco" è un cretino»

La crisi energetica mette in ginocchio gli imprenditori e anche Al Bano avverte il peso sempre più gravoso dell'aumento dei prezzi. Dopo la denuncia a Cartabianca, il cantante torna a a parlare del costo delle bollette, che negli ultimi mesi hanno raggiunto cifre stellari.

Gessica Notaro, la proposta di matrimonio di Filippo Bologni alla gara a ostacoli

Al Bano contro l'aumento delle bollette

Ospite ai microfoni dei Lunatici, il programma di Rai Radio 2, l'artista di Cellino San Marco tuona contro l'aumento dei prezzi e denuncia: «È una cosa assurda. Non so come definire questa situazione. Tra gennaio e agosto 2021 ho pagato 135.000 euro – racconta Al Bano, che alcuni anni fa ha avviato una fiorente produzione vitivinicola nell'Azienda Vinicola Carrisi con sede in contrada Bosco, presso il suo paese natale in Puglia –. Quest’anno ho pagato 340.000 euro. Vorrei che qualcuno mi spiegasse. È assurdo, una coltellata, una disgrazia inaspettata. Una spesa del genere è drammatica».

Contro le aspettative, il cantante non ha incontrato la solidarietà unanime del suo pubblico. C'è infatti chi ha affermato come l'aumento dei prezzi non sia un vero problema per l'artista in quanto «ricco». «Sui social qualcuno commenta ‘tanto lui i soldi ce li ha’. Questa è la cosa che mi ha più colpito», spiega Al Bano. «Chi scrive questo è un cretino. Ma che discorso è? Questo non è un problema mio, è un problema della società».


Ultimo aggiornamento: Martedì 8 Novembre 2022, 18:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA