Sara Manfuso: «Io vittima di violenza sessuale a 17 anni. Al Gf Vip ho provato ancora una volta vergogna»

La giornalista è intervenuta sui social per commentare la puntata

Sara Manfuso: «Io vittima di violenza sessuale a 17 anni. Al Gf Vip ho provato ancora una volta vergogna»

di Angela Casano

Sara Manfuso è intervenuta sui social per rompere il silenzio e spiegare il motivo per cui la concorrente ha abbandonato la casa del Grande Fratello Vip volontariamente. «Non mi sono sentita tutelata e nessuno si è accorto del mio imbarazzo», con queste parole la giornalista ha deciso di lasciare il programma. 

Molestata da Giovanni Ciacci

La concorrente, sposata con l’esponente del Partito Democratico Andrea Romano, ha menzionato di aver subito una “molestia” da Giovanni Ciacci. La donna ha riferito che Giovanni Ciacci le avrebbe toccato il sedere all'interno della casa chiedendole di simulare una violenza sessuale, proprio a lei che anni fa ha già subito questo tipo di violenza. Alfonso Signorini non si è impietosito dalle parole della Manfuso e l'ha invitata a lasciare lo studio: «Ti dico che avresti potuto trovare una ragione più plausbile per lasciare la casa del Grande Fratello». 

Gf Vip, Sara Manfuso ha fatto un gesto prima di lasciare lo studio contro Sonia Bruganelli?

GF Vip, Marco Bellavia e la lettera ai concorrenti: «Presto tornerò per guardarvi negli occhi anche se... »

GF Vip: Sara Manfuso accusa Ciacci di molestie «Mi ha toccata il cu*o», Signorini la caccia dallo studio

Cosa ha scritto

Poi, la concorrente è ricomparsa sui social per spiegare il suo punto di vista: «Non ho mai accusato Giovanni Ciacci di molestie sessuali, ho solo precisato quanto mi abbia ferita la frase ‘simuliamo una violenza sessuale’ accompagnata alla toccata dei miei glutei all’interno della casa del GF Vip 7», spiega Sara.

E ancora: «Io sono stata vittima di violenza sessuale a diciassette anni e l’ironia sul tema riacutizza un dolore mai davvero superato. Un problema mio? Colpa degli altri? Ho riso alla sua frase nella casa non perché fossi connivente, ma perché provavo imbarazzo e umiliazione. Non volevo che il mio passato – che pure sarei stata disposta a raccontare secondo i miei tempi e modi – emergesse in una maniera tanto ignobile e ho provato ancora una volta vergogna, preferendo tacere». 

«Uscita volontariamente dalla casa dopo la vicenda Bellavia perché mi sembrava disonorevole concorrere al montepremi alla luce di atti di bullismo (che non mi vedono comunque protagonista e dai quali mi dissocio integralmente, lottando da sempre contro questi) ho voluto consegnare questa mia fragilità emotiva ad Alfonso in puntata», chiosa l'ex concorrente. 

 

Ultimo aggiornamento: Sabato 8 Ottobre 2022, 13:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA