Grande Fratello Vip, Patrizia De Blanck: «Sono la vincitrice morale, Stefania Orlando la vera stratega di quest’edizione»

Grande Fratello Vip, Patrizia De Blanck contro Stefania Orlando «La vera stratega di quest’edizione»

Patrizia De Blanck è stata eliminata dal Grande Fratello Vip per volere del pubblico, ma lei si ritiene la vincitrice morale di quest’edizione. Un reality in cui Patrizia De Blanck è stata eliminata perché autentica, al contrario della “stratega” Stefania Orlando.

 

Leggi anche > Il Collegio, l'insulto pesante al prof. Maggi e la doppia espulsione

 

 

 

Nella Casa Patrizia De Blanck era molto benvoluta: “Ho festeggiato ottanta anni nella Casa – ha fatto sapere in un’intervista a “Chi” -  E’ stato il momento più bello della mia permanenza a Cinecittà. Mai come in quel giorno ho sentito l’affetto e l’amore degli altri, e anche se oggi sono fuori dal gioco, so perfettamente di essere la vincitrice morale del Grande Fratello Vip”.

 

Coronavirus in Italia, il bollettino di mercoledì 2 dicembre: 684 morti e 20.709 casi in più. Quasi 39mila guariti

 

In molti la cercano infatti (“Da quando sono uscita dal reality di Canale 5 non so più a chi dare i resti. Ho cinque paparazzi, fissi, sotto casa, e non so quante persone mi stanno scrivendo da tutta Italia. In due mesi dal mio arrivo sul social ho superato i 40mila follower”) e la sua eliminazione è imputabile al fatto che non si è mai nascosta: “Classico per chi si espone. Io all’interno del GFVip sono stata autentica. Non ho mai fatto strategie e ho sempre detto quello che pensavo, ma una cosa è certa: tonassi indietro non lo rifarei. E’ un esperimento sociale troppo sadico”.

 

 

Un non autentica, secondo Patrizia, è Stefania Orlando: “Lei è la vera stratega di quest’edizione. Mi è sempre stata alle calcagna per carpire ogni singola mossa. Ora ho visto che si siede, spesso, dove mi sedevo io… Ma, ahimè, di Patrizia ce n’è una sola. Quando sono uscita ha pianto lacrime di coccodrillo. Dal nulla è persino arrivato il marito, Simone Gianlorenzi a farmi la lezioncina su come trattarla, solo perché, durante qualsiasi confronto, la moglie iniziava a piangere per un nonnulla. Le dirò di più: dopo l’incontro con Simone mi ha chiesto di non nominarla, e quando sulla porta del confessionale le ho detto di non aver fatto il suo nome, lei mi ha ripagata nominandomi. E l’ha fatto dopo essersi messa d’accordo con Giulia e Rosalinda”.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 2 Dicembre 2020, 18:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA