Gf Vip, Ginevra Lamborghini squalificata. La mamma: «Non giustifico mia figlia ma soffro per lei»

La signora Lamborghini si è sfogata sui social riguardo la squalifica della figlia

Video

di Angela Casano

Ginevra Lamborghini finita nell'occhio del ciclone mediatico. L'abbandono dalla casa del Gf Vip di Marco Bellavia e la successiva squalifica ai danni della concorrente continuano a tenere banco nelle piattaforme social: le dichiarazioni pro bullismo della sorella di Elettra Lamborghini oltre a non essere passate inosservate dalla produzione del Grande Fratello Vip, sono state aspramente criticate dagli utenti sui social. Ad intervenire sulla questione la mamma di Ginevra Lamborghini, Luisa Peterlongo

Marco Bellavia, parlano gli psichiatri: «Gf Vip specchio di una società ignorante»

Gf Vip, Ginevra Lamborghini squalificata: minacce e insulti pesanti. Lo staff: «Non siete migliori di lei»

Gf Vip, come sta Antonino Spinalbese dopo la squalifica di Ginevra? Cosa hanno notato i fan

Il tweet della mamma di Ginevra

Luisa Peterlongo si è sfogata sulla questione con un cinguettio pubblicato ieri sera su Twitter rivolto a tutti coloro che in questi giorni stanno attaccando la figlia Ginevra accusandola di aver fatto violenza psicologica: «Sono la mamma di Ginevra e mi sento in dovere di scrivere questo mio pensiero e questa mia riflessione. Non riesco a rimanere indifferente e tranquilla dopo quello che è andato in onda», ha esordito così la Peterlongo.

Poi continua prendendo le difese della figlia ma senza giustificarla: «Ho visto la disperazione di un uomo incompreso e solo, è stato emarginato dal gruppo e ignorato da quelli che avrebbero dovuto dare il loro sostegno professionale. Perché non hanno agito prima? Perché hanno permesso che si arrivasse a tanto? Vorrei esprimere il mio grande dispiacere al signor Marco Bellavia e chiedergli scusa personalmente. Non voglio giustificare mia figlia e le cose che ha detto nei suoi confronti. Non la giustifico. Come mamma però, in questo momento soffro anche per lei. Ginevra è un’anima buona, ma ha sbagliato ed è finita sul patibolo. Soffro per lei perché è stata data in pasto agli squali, gli stessi che si indignano e gridano “NO AL BULLISMO”. Non vedo una fine a tutto questo odio. Soffro perché voglio ancora credere nel bene e spero che le parole abbiano ancora valore e peso nella coscienza delle persone ma per ora vedo solo e soltanto odio ed ipocrisia». 

Il post ha raggiunto diversi utenti che hanno commentato duramente il pensiero espresso dalla signora Lamborghini, che ha deciso di replicare in questo modo: «Basta. Sono davvero stanca. Quanto odio. Tutti che sentenziano che condannano..Quanta cattiveria e veleno. Si ho sbagliato anch’io. Ho sbagliato ad esprimere un mio parere. Lascio a voi lo spazio per sbranarvi a vicenda..io non ne posso più e preferisco il silenzio».

 

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 5 Ottobre 2022, 16:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA