Amici, Rudy Zerbi: «Maria De Filippi mi ha salvato dopo il licenziamento della Sony»

«È impensabile che tutto vada bene in una vita intera»

Amici, Rudy Zerbi: «Maria De Filippi mi ha salvato dopo il licenziamento della Sony»

L'anno prossimo saranno 14 anni che Rudy Zerbi collabora con Amici in qualità di insegnante. E dire che tutto cominciò grazie a Maria De Filippi, che dopo il suo licenziamento dalla Sony gli propose di fermarsi a lavorare stabilmente al programma con lei.

Leggi anche > Fedez sul palco di Salmo che infiamma San Siro: la gag e «pace è fatta» tra i due artisti

Amici, Rudy Zerbi: «Dopo il licenziamento dalla Sony Maria De Filippi mi ha salvato»

A ricordare l'episodio è stato lo stesso produttore discografico nel programma online della collega Lorella Cuccarini «Un caffè con…», durante il quale ha raccontato com’è nata la collaborazione con la conduttrice.

Prima di approdare in tv, Rudy Zerbi,a soli 30 anni, ricopriva la carica di amministratore delegato della Sony. «Ero giovane, avevo potere, soldi ed ero avviato a una vita straordinaria. Un giorno dall’America mi hanno chiamato e parlato della fusione aziendale e mi hanno detto di non aver più bisogno di me».

«Mi hanno licenziato» ha continuato Zerbi. «In quel momento mi sono trovato a neanche 40 anni con 3 figli, con una vita davanti. Non sapevo cosa fare. La situazione discografica era terribile, allora andavo ad Amici come presidente della Sony e la prima cosa che ho fatto è stata chiamare Maria per informarla della notizia e l’ho ringraziata. Lei mi ha detto di essersi trovata bene e che gli piaceva come lavoravo e mi ha detto di andare a lavorare da lei». Un'offerta che Rudy Zerbi colse al balzo e di cui le sarà eternamente grato.

«Se Maria mi ha salvato?» conlcude il produttore. «È vero. Io no sono mai vergognato di raccontare che sono stato licenziato. I fallimenti e le cose che non funzionano nella vita non vanno nascoste. È impensabile che tutto vada bene in una vita intera».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 7 Luglio 2022, 18:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA