Tragedia sul lago di Bolsena, migliora l'operatore tv

Tragedia sul lago di Bolsena, migliora l'operatore tv

Migliorano le condizioni del trentottenne di Alatri , L. S. , operatore tv, coinvolto nel terribile incidente avvenuto sul lago di Bolsena lunedì pomeriggio. Il giovane è ancora ricoverato presso l’ospedale Belcolle di Viterbo dove è stato portato in codice giallo per ipotermia essendo rimasto nelle fredde acque del lago per diversi minuti. La salma dell’amico che era con lui sulla barca, il trentaseienne Gianni Rizzo di Padova, deceduto dopo essere stato centrato in pieno da un fulmine, è stata restituita ai familiari per la celebrazione delle esequie. I suoi cari lo avevano accompagnato nella giornata di lunedì a Bolsena, lago che frequentavano e conoscevano bene entrambi i giovani, e dove il bravo pescatore padovano tante volte si era recato per coltivare la sua più grande passione, per l’appunto la pesca sportiva, condivisa con l’alatrense. Non avevano fatto i conti però con il maltempo e con l’allerta meteo. Il fulmine che si è abbattuto sulla piccola imbarcazione ha centrato in pieno il trentaseienne sbalzandolo in acqua insieme all’amico. Rizzo è morto sul colpo mentre il giovane di Alatri tentava di metterlo in salvo annaspando nelle fredde acque ed aggrappandosi al natante. Sono stati tratti in salvo da altri pescatori che si trovavano nel lago e che li hanno portati a riva dove i soccorsi hanno tentato le manovre di rianimazione invano. Trasportato invece sotto choc e in ipotermia nel nosocomio del capoluogo il trentottenne di Alatri. 
Sono stati avviati tutti gli accertamenti da parte dei carabinieri della compagnia di Tuscania e della stazione di Gradoli ma i contorni di questa triste e terribile vicenda sono piuttosto chiari. L’auspicio è che il trentottenne possa tornare al più presto ad Alatri all’affetto della sua famiglia e che possa dimenticare, per quanto possibile, l’accaduto che lo ha comprensibilmente provato sotto tutti punti di vista. 
 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 10 Giugno 2020, 03:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA