Lido di Ostia ostaggio del Rally: chiusi Centro e lungomare

Moira Di Mario - Lungomare e centro di Ostia off limits alle migliaia di romani che vorranno raggiungere il mare della Capitale per fare un tuffo. L'ultima tappa del Rally di Roma, che si svolge domenica a ridosso delle spiagge lidensi, sta infatti già provocando problemi di viabilità ai residenti, ai pendolari e persino ai pedoni. Già aperti i cantieri notturni per montare le infrastrutture della competizione automobilistica, da venerdì scatta la rivoluzione al traffico con una lunga serie di divieti di transito e sosta, di chiusure e con i pedoni che potranno avvicinarsi alle spiagge e raggiungere alcune strade, solo attraversando i tre ponti pedonali. Uno in via della Marina all'altezza di via Lucio Coilio, l'altro su lungomare Paolo Toscanelli davanti allo stabilimento Battistini e l'ultimo in piazza della Stazione Vecchia, di fronte alla sede del Municipio.

L'arrivo a Ostia della settima edizione del Rally ha già scatenato le proteste di cittadini, commercianti e balneari che si definiscono ostaggi della gara e temono la paralisi della circolazione e, di conseguenza, quella delle attività. «Non siamo contrari a iniziative come questa dice Peppino Ciotoli, storico esercente di piazza Anco Marzio ma non in questo periodo. La stagione è già partita tardi a causa del maltempo e solo nelle ultime settimane si sono visti un po' di turisti e durante i fine settimana c'è stato l'assalto dei romani. Autorizzare gli organizzatori a concludere una gara così importante a Ostia in piena estate, per noi e per i balneari equivale e stare fermi una settimana».

LA PISTA
I lavori sono partiti lunedì notte e andranno avanti fino alle 7 di venerdì, quando alle 19 scatteranno i divieti fino a lunedì mattina. «Una follia aggiunge Ciotoli se almeno il X Municipio avesse chiesto il nostro parere avremmo potuto elencare tutti i problemi che domenica incontreranno i romani, con il lungomare chiuso e l'impossibilità di parcheggiare le auto. E non solo. Avremmo illustrato anche disagi che stanno causando a noi piccoli imprenditori. Invece anche questa volta nessuno ci ha convocati». Lo scarico delle merci al centro storico, ad esempio, sarà autorizzato dalle 7 alle 10 di sabato e domenica e solo nei punti indicati dalla polizia locale. «Ho già chiamato un fornitore che sarebbe dovuto venire da me sabato mattina dice un altro commerciante per avvertirlo di posticipare la consegna alla prossima settimana. Con questo caos è meglio non rischiare multe».

Preoccupati anche molti residenti che temono di rimanere sequestrati in casa. «Il percorso è praticamente triplicato rispetto allo scorso anno dicono e sarà davvero difficile spostarsi in macchina». Per le prove di abilità il circuito coinvolgerà lungomare Toscanelli fino a via degli Acilii, via della Marina fino a piazzale della Posta, via Armuzzi e piazza della Stazione Vecchia.

Polemiche e proteste a parte, la tappa di domenica è la più attesa dagli amanti del Rally e più in generale dei motori che sperano di poter vedere l'abilità al volante di Giancarlo Fisichella, uno degli 80 partecipanti provenienti da tutto il mondo. Testimonial il comico Maurizio Battista che potrebbe anche partecipare alla competizione. Per l'occasione sabato e domenica, dalle 16 alle 23, piazza dei Ravennati e il Pontile si trasformano nel villaggio dei motori dove oltre a una ventina di auto d'epoca degli anni '30, si potranno trovare le più importanti novità del settore automobilistico, live experience, test drive e simulatori di ultima generazione. In concomitanza con il Rally di Roma, domenica piazza Sirio, come lo scorso anno, ospita gli ambulanti di Forte dei Marmi, un evento mercato con il meglio del made in Italy artigianale per una festa dello shopping dalle 8 alle 20.