Nemi, escursionista romano precipita nel bosco e si frattura una gamba: portato in salvo da vigili del fuoco ed elisoccorso

Nemi, brutta avventura per due escursionisti romani, uno di 60 anni e un altro di 50, giunti sui Castelli Romani per una camminata boschiva lungo la via Francigena, che attraversa i sentieri tra Genzano e Nemi . I due erano scesi intorno alle 10 dalla zona Le Piagge, verso il sentiero impervio del Fosso Tempesta in direzione lago di Nemi quando uno dei due il 60enne è caduto rovinosamente a terra, fratturandosi una gamba e rimanendo immobile. Il compagno di avventura, ha subito chiamato il numero di soccorso 112, e sono scattati i soccorsi, con l'intervento in zona dei carabinieri della stazione di Nemi, che hanno coordinato l'intervento e i vigili del fuoco del vicino distaccamento.

Intanto in volo sul fitto bosco della vallata lacustre si è portato anche un elisoccorso del 118 con tecnico alpino e medico a bordo. I pompieri volontari del posto nel frattempo hanno camminato oltre 2 km a piedi nel bosco per raggiungere i due uomini, hanno recuperato e portato in salvo il 60enne ferito e aiutato l'amico a tornare verso il paese.

Il 60enne, ferito gravemente alle gambe, dopo un volo di diversi metri è stato poi preso in una zona accessibile con il verricello dell'elisoccorso dal tecnico di bordo imbracato e trasportato dal personale sanitario all'ospedale San Giovanni di Roma in codice rosso.
Foto Luciano Sciurba