L'assessora cacciata dal sindaco leghista perché era in lista con Zaia

foto
MESTRINO (PADOVA) - Savina Albanese rimossa dall'assessorato dal sindaco Marco Agostini subito dopo le elezioni regionali. Era candidata nella lista Zaia. Lui: «Venuto meno il rapporto fiduciario istituzionale». Lei: «Io in Lega da 9 anni, mi ha cacciata perché non ho stenuto Pan»