Ed Sheeran presenta il nuovo album a Milano: «Nato dal dolore»

foto

Aria da nerd, Ed Sheeran la vanagloria la lascia ad altri. Come pure la spocchia della superstar, nonostante, è innegabile, lo sia. È a Milano. Prima dell'intervista da Fazio a "Che tempo che fa" su Rai3, regala uno showcase per 400 fortunati fan, estratti ad assistere all'unico live italiano per l'uscita dell'ultimo album, "-" ("Substract") il 5 maggio. Tra gli ospiti, anche Mr. Rain, LDA, Matteo Bocelli, Matteo Paolillo (Mare Fuori). Maglietta bianca, pantaloni sportivi e sneakers: Sheeran è a suo agio quando imbraccia la chitarra e canta i brani che hanno incontrato il successo che a spanne fa 150 milioni di ascoltatori. Parte con "Boat" e un bel po' di inediti tra cui "End of youth", "Life goes on" ed "Eyes Closed", il primo singolo estratto. 

 

 

Ed Sheeran, concerto a Milano

Il successo vero per Sheeran è essere uscito dal buio degli ultimi anni in cui ha fatto slalom tra depressione, dipendenza dall'alcol, disturbi dell'alimentazione. A cui si aggiungono, la morte improvvisa a causa dell'aritmia cardiaca per cocaina del suo amico Jamal Edwards, imprenditore musicale inglese di cui parla in "Life Goes On" e la diagnosi di tumore alla moglie Cherry Seaborn (incinta di sei mesi). «Nel giro di un mese mi sono ritrovato ad attraversare una spirale di paura, depressione e ansia. Mi sentivo come se stessi annegando, con la testa sott'acqua, guardando in alto ma non riuscendo a risalire per prendere aria». Così, il mostro blu diventa metafora del dolore nel video diretto da Mia Barnes. Ma il vuoto non si scaccia, resta. 

 

Ed Sheeran in lacrime per il tumore di sua moglie e la morte del suo migliore amico. Il trailer del nuovo documentario

Ed Sheeran, la moglie Cherry è malata di tumore: «Lo ha scoperto mentre era incinta e non ha potuto curarsi». Ecco come sta

 

Sono 14 le tracce, lavorate in un mese con Aaron Dessner (The National) dopo che a presentarli era stata l'amica Taylor Swift. L'album "-" ("Substract") racconta Sheeran per il quale «la musica è diventata terapia». Come lo racconta la docuserie (dal 3 maggio) di Disney+, "Ed Sheeran: Oltre la musica" con i produttori di Fulwell 73 (gli stessi di Elton John Live dal Dodger Stadium e Adele: One Night Only). 

Il cantautore britannico, 32 anni, da «bambino balbuziente» è diventato uno dei più acclamati della musica mondiale, facendo del riscatto la risposta a critiche di cui lui stesso in passato ha parlato: «Mi consideravano tutti una barzelletta, nessuno pensava che potessi farcela». Sempre Milano è la città scelta per l'experience del nuovo album (fino al 20 aprile, prenotandosi con l'App Portanuova), insieme all'Open Stage voluto dalla stessa discografica Warner per artisti emergenti. Con "-" («una sottrazione di quanto è superfluo per guardare nel profondo della mia anima») si chiude il giro iniziato nel 2011 con l'album "+". Ma nella testa di Sheeran c'è un sequel di altri 5 album. Anche questi avranno una simbologia (che per ora non svela) che li terrà uniti.


RIMANI CONNESSO CON LEGGO