Papa Francesco in Congo, più di un milione di fedeli alla messa a Kinshasa

foto

Sono più di un milione le persone presenti all'aeroporto di Ndolo, Kinshasa, per partecipare alla messa presieduta da Papa Francesco. La stima delle presenze è riferita dalle autorità locali.

«Siamo chiamati a essere missionari di pace, e questo ci darà pace. E una scelta: è fare posto a tutti nel cuore, è credere che le differenze etniche, regionali, sociali e religiose vengono dopo e non sono ostacoli; che gli altri sono fratelli e sorelle, membri della stessa comunità umana; che ognuno è destinatario della pace portata nel mondo da Gesù». Sottolinea il Papa.

«È credere - scandisce il Pontefice- che noi cristiani siamo chiamati a collaborare con tutti, a spezzare il circolo della violenza, a smontare le trame dell'odio». «Sì, - sottolinea il Papa nel corso dell'omelia- i cristiani, mandati da Cristo, sono chiamati per definizione a essere coscienza di pace del mondo: non solo coscienze critiche, ma soprattutto testimoni di amore; non pretendenti dei propri diritti, ma di quelli del Vangelo, che sono la fraternità, l'amore e il perdono; non ricercatori dei propri interessi, ma missionari del folle amore che Dio ha per ciascun essere umano. Pace a voi, dice Gesù oggi a ogni famiglia, comunità, etnia, quartiere e città di questo grande Paese. Pace a voi: lasciamo che risuonino nel cuore, in silenzio, queste parole del nostro Signore. Sentiamole rivolte a noi e scegliamo di essere testimoni di perdono, protagonisti nella comunità, gente in missione di pace nel mondo».

Congo, il Papa tra la folla: fedeli corrono dietro papamobile


ALTRE FOTOGALLERY DELLA CATEGORIA