Israele, al via il gay pride a Tel Aviv: attese 250 mila persone

Con un'attesa di quasi 250 mila persone è cominciata a Tel Aviv la tradizionale Gay Parade, considerata la più grande manifestazione del genere in Asia. Quest'anno il via al Pride, a differenza degli anni passati, è partito da Viale Ben Sion nel centro della città, e proseguirà poi attraverso il lungo mare fino al Parco Clore, nella parte sud, dove la manifestazione si concluderà a notte inoltrata. Slogan del Pride - che vede presenze da tutto il mondo - è la richiesta di una piena eguaglianza di diritti per la Comunità Lgbt in Israele. In città si respira un'aria di festa: tutte le strade del centro sono imbandierate con i tradizionali vessilli arcobaleno, così come gran parte dei negozi, a sottolineare che il Pride a Tel Aviv è un evento di tutti. La polizia, fin da ieri, ha schierato migliaia di agenti in modo che l'evento non sia disturbato in alcun modo. Il sindaco Ron Huldai ha augurato 'Felice Pride a tutti' ed ha promesso che la lotta per l'eguaglianza dei diritti non si fermerà. Molti i politici presenti: dai rappresentanti del centro sinistra ('Blu-Bianco', Laburisti, Meretz) fino al neo ministro della giustizia Amir Ohana del Likud.