Scarlett Johansson, gli scatti dell'intervista

foto

Scarlett Johansson è sicuramente una delle attrici di Hollywood più desiderate al mondo. La sua sensualità ha conquistato il grande schermo, ma la bellezza a volte può rivelarsi un problema. Così, ospite del podcast di Dax Shepard Armchair Expert, la star ha confessato che nella sua carriera si è sentita «ipersessualizzata» e ha temuto di non poter lavorare come avrebbe voluto.

 

Leggi anche > Pino Insegno al comizio della Meloni, bufera social: «Giorgia come Scarlett Johansson. Andrei anche dal Pd»

 

 

Carriera a rischio?

 

 

 

Scarlett Johansson è sulla cresta dell'onda da ormai 30 anni. Dal suo esordio nel 1994 sono tantissimi i film che l'hanno vista protagonista ed è diventata una delle dive del cinema più apprezzate e richieste. Ma in un'intervista a cuore aperto, la star di Hollywood ha ripercorso la sua carriera piena di successi e ha ammesso di aver attraversato momenti difficili. Anche le star più grandi hanno avuto un inizio, fatto di incertezze e paure. E Scarlett Johansson non è esente da queste. All'inizio, infatti, Scarlett ha temuto di restare ingabbiata nel ruolo dell'attrice bella. Nel suo futuro lavorativo temeva di comparire solo in film che mettessero in luce solo la sua fisicità. 

 

 

La confessione

 

«Nella mia carriera sono stata considerata un oggetto e imprigionata in una determinata immagine. Mi sentivo come se non stessi ricevendo offerte di lavoro coerenti con ciò che volevo e sapevo davvero fare», ha dichiarato la diva. È stato davvero spaventoso». Una paura che ha portato l'attrice a dubitare per il suo futuro: «Sono stata ipersessualizzata ed ero convinta la mia carriera non potesse andare oltre. La cosa in qualche modo ha smesso di essere qualcosa di desiderabile ed è diventata qualcosa contro la quale stavo combattendo». L'attrice ha rivelato di essere sempre stata considerata più grande della sua età sia dalle persone vicino a lei sia dai registi, che le affidavano ruoli di personaggi femminili più maturi. Una decisione che l'ha fatta finire in filone ben delineato dove la sua sessualità era in rilievo, anche se lei non si è mai sentita così: «E pensare che il sesso non è mai stato una parte enorme della mia vera personalità».

 

La svolta

 

Paure e incertezze che con il tempo si sono sgretolate e che hanno permesso a Scarlett Johansson di esprimere al meglio le sue doti di fronte alla cinepresa. «Oggi è tutto molto diverso. I miei colleghi e le mie colleghe oggi possono fare tante cose diverse. È l'alba di una nuova era, oggi fortunatamente non è più permesso classificare gli attori come si faceva prima». Un cambiamento che le piace molto e che la vede spaziare sempre di più tra film d'azione a commedie, passando per le pellicole più romantiche. E i suoi tanti ammiratori riconoscono la sua bravura, oltre un'evidente bellezza che, in ogni caso, aiuta sempre. 

 

 


RIMANI CONNESSO CON LEGGO