Giornalista accusa Trump: "Mi stuprò 23 anni fa". Lui smentisce: "Non l'ho mai vista"
di Michela Poi

Giornalista accusa Trump: "Mi stuprò 23 anni fa". Lui smentisce: "Non l'ho mai vista"

Donald Trump accusato di molestie sessuali. La giornalista americana Jean Carroll, famosa opinionista e curatrice della rubrica della posta del cuore della rivista Elle, ha accusato il Presidente degli Stati Uniti di averla stuprata nel camerino di un grande magazzino di lusso a New York. L'episodio risalirebbe a circa 20 anni fa. 

Parigi, incendio in un palazzo: tre morti, oltre venti feriti: uno è grave

La giornalista, che ora ha 75 anni, racconta che i fatti risalgono al 1995, quando incontrò Trump, allora un famoso immobiliarista, nei magazzini Bergdorf Goodman. Secondo quanto riportato, Trump l'avrebbe riconosciuta e, facendo riferimento alla sua rubrica di consigli, le avrebbe chiesto un consiglio per l'acquisto di lingerie per una donna. Ma una volta arrivati nei camerini, sarebbe diventato violento e l'avrebbe stuprata. 

Trump ha smentito tutto, affermando di non aver mai incontrato Caroll. L'ha poi accusata di aver inventato la storia per vendere più copie del suo libro, paragonandola alle donne che «hanno accusato falsamente» il giudice della Corte Suprema Brett Kavanaugh durante le audizioni di conferma. «Vergogna per chi inventa false storie di aggressione per farsi pubblicità, vendere un libro o per motivi politici, come Julie Swetnick che ha accusato falsamente il giudice Justice Brett Kavanaugh» ha detto Trump aggiungendo che «è un male che le persone credano a queste storie, soprattutto in totale assenza di prove».

Infine, Trump suggerisce che vi possano essere i democratici dietro alle «false accuse» di Carroll: «se qualcuno ha informazioni che indichino che la signora Carroll o il New York Magazine stiano lavorando con il partito democratico, per favore si faccia avanti al più presto possibile».

 
Sabato 22 Giugno 2019, 10:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA