Incendi California, stabilito nuovo record: nel 2020 è andata in fumo la più grande area di sempre
di Nico Riva

Inferno 2020 in California, stabilito nuovo record di sempre di incendi in un anno: in fumo un'area grande quanto il Lazio

Il 2020 è un anno davvero infernale, e l'ultima notizia che arriva dagli Stati Uniti lo dimostra ancor di più. Quest'anno si è registrata infatti la più grande stagione di incendi della storia. Mai prima d'ora era andata in fiamme un'area così vasta nello Stato californiano (in proporzione più di mezza Sicilia). Il nuovo record arriva a meno di un mese dalla visita del Presidente Trump di metà settembre, che in quell'occasione ha minimizzato ancora una volta il tragico impatto dell'emergenza climatica

Leggi anche > Incendi in California e Oregon: «15 morti, oltre 500mila evacuati». Il cielo è arancione

Il Los Angeles Times dichiara che domenica 4 ottobre la California ha stabilito un nuovo drammatico record. Con oltre 4 milioni di acri di terra bruciati (quasi 16mila chilometri quadrati: in proporzione all'incirca la superficie del Lazio), la stagione degli incendi 2020 è la peggiore della storia della California. Il precedente record apparteneva al 2018, con 1,8 milioni. In pratica quest'anno è andata in fumo più del doppio della superficie della precedente peggior stagione. 

I numeri di questa tremenda catastrofe, forniti dal Dipartimento Forestale e di Protezione dagli incendi della California, fanno impallidire. 31 morti, più di 8mila edifici distrutti, decine di migliaia di sfollati. Dei 20 incendi più grossi della storia della California, ben 5 son stati registrati negli ultimi due mesi. Agosto 2020 è stato il più caldo mai registrato, perciò gli scienziati concordano sull'enorme influenza che i cambiamenti climatici hanno avuto nel disastro. Non è più tempo di continuare a negare l'evidenza. Anche perché, avvertono le autorità, siamo ancora lontani dalla fine di questo inferno. 
 
 

Ultimo aggiornamento: Lunedì 5 Ottobre 2020, 21:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA