Youtuber muore di tumore a 30 anni: «Nessun medico lo ha visitato per mesi a causa del covid»

Youtuber muore di tumore a 30 anni: «Nessun medico lo ha visitato per mesi a causa del covid»

Il tumore viene diagnosticato troppo tardi e muore. Pirate Dog, youtuber britannico, è morto a soli 30 anni per i ritardi causati dal covid alla sanità pubblica che hanno impedito che gli venisse fatta una diagnosi precoce di un tumore. Il ritardo nella diagnosi, e di conseguenza nelle cure, è stato fatale al giovane che ha perso la vita per la malattia.

 

Leggi anche > Covid, Galles in lockdown da venerdì. Johnson: «Allerta a Manchester». Contagi record in Germania

 

 

Tutto è iniziato a gennaio quando, a causa di un incidente domestico, ha iniziato ad avvertire un forte dolore al braccio. Vedendo però che non diminuiva si è rivolto a un medico che lo ha mandato da un fisioterapista. Poi nel Regno Unito è esplosa la pandemia che non ha permesso al 30enne di fissare un appuntamento con uno specialista per andare a fondo del problema. Trascurando per mesi i sintomi è riuscito a farsi visitare ad aprile quando gli è stato diagnosticato il tumore a cellule germinali, una forma molto rara.

 

David, il vero nome dello youtuber, ha subito iniziato la chemioterapia, che è andata avanti fino a settembre, ma era troppo tardi. La malattia è progredita per mesi senza che ci fosse nemmeno una diagnosi e le cure sono arrivate troppo in ritardo. Il giovane non aveva alcuna voglia di arrendersi, ha sempre detto alla sua famiglia che non avrebbe smesso di lottare contro il male, ma purtroppo il tumore non gli ha dato scampo. 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Ottobre 2020, 23:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA