Incidente horror, morta una mamma di 32 anni. «Era irriconoscibile, identificata solo grazie alle impronte digitali»

La macchina, guidata da un amico, si è schiantata ai 200 all'ora, ed è volata sui binari della stazione Park Royal a Londra

Incidente horror, morta una mamma di 32 anni. «Era irriconoscibile, identificata solo grazie alle impronte digitali»

Uno schianto a quasi 200 km/h. Poi il volo, fino ad atterrare sui binari della metropolitana. Un'incidente terribile, che è costato la vita a Yagmur Ozden, un'estetista di 32 anni che ha lasciato un figlio di 12. È successo a Londra, il 23 agosto scorso. L'impatto è stato così forte, che per riconoscere la donna sono servite le impronte digitali. La sua identità è stata diffusa una settimana più tardi. In macchina con lei Rida Al Mousawi, ragazzo di 23 anni che era alla guida (adesso in coma) e una donna di 26 anni, di nome Zamarod Arif. Entrambi ne sono usciti con ferite gravi, ma vivi. 

Bambino di 3 anni muore dopo un incidente in scooter: indagato il papà

Luca morto in moto a 25 anni, giallo sull'incidente. La famiglia chiede aiuto: «Chi ha visto parli»

 

L'incidente

Un video dell'incidente è stato filmato grazie alla telecamera piazzata sull'auto di un conducente Uber, che si trovava ad una stazione di ricarica Tesla poco distante. Nel video si vede la macchina schiantarsi con forza sulle barriere, prima di volare sui binari della stazione di Park Royal, a ovest di Londra. La scena che la polizia si è trovata davanti è stata terrificante. La macchina era completamente distrutta e all'interno c'era il corpo senza vita di Yagmur Odzen. 

«Ero un camionista di recupero che si occupava di incidenti, ma non ho mai visto niente del genere», ha raccontato un testimone al The Telegraph. «Il ragazzo deve aver superato di gran lunga i 100 miglia all'ora, ha attraversato due recinzioni, un parcheggio, ha fatto una capriola attraverso una porta pedonale, ha attraversato un'altra recinzione sul tetto della Park Royal Station e ed finito sui binari del treno». Attualmente è incorso un'indagine penale, per stabilire la dinamica dell'incidente. Secondo una prima ricostruzione, il conducente ha perso il controllo dopo aver virato ad alta velocità, per evitare un animale.

Zamarod Arif, l'altra donna trasportata, se l'è cavata con alcune lesioni lievi. Intervistata dal Daily Mail ha raccontato di essere stata cosciente per tutta la durata dell'incidente e di aver vissuto come «uno tsunami» ogni colpo ricevuto dall'auto. I tre avevano trascorso insieme la serata e l'uomo si era offerto di riaccompagnarle a casa. Zamarod Arif non è stata in grado di muoversi perché la sua gamba era rimasta intrappolata tra le macerie. Nell'incidente ha riportato una gamba rotta e un braccio rotto. Il conducente è attualmente in coma farmacologico.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 1 Settembre 2022, 17:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA