Caso Epstein, «per William il principe Andrea è una minaccia per la famiglia reale»

Caso Epstein, «per William il principe Andrea è una minaccia per la famiglia reale»

Le accuse di Virginia Giuffre Roberts, una delle vittime del defunto miliardario Jeffrey Epstein, tirano in causa anche Andrea e la famiglia prende le distanze

Il principe William, secondo nella linea di successione alla Corona britannica, vede suo zio, il principe Andrea, come una «minaccia» per la reputazione della famiglia reale e ritiene che non debba mai più tornare alla vita pubblica: lo scrive il Sunday Times, citando una fonte anonima vicina al duca di York. Lo scandalo di pedofilia che lo vede chiamato in causa è un'onta troppo grande per i reali inglesi. 

 

Leggi anche > Mostra il green pass in ospedale ma è quello del presidente Macron: 19enne arrestato

 

Secondo il racconto del settimanale, William sarebbe molto preoccupato per la reputazione della sua famiglia, che il caso dello zio Andrea, accusato di violenza sessuale su una minorenne nell'ambito del caso Jeffrey Epstein, rischia di macchiare quasi indelebilmente. 

 

Anche il principe Carlo, suo fratello Edward e sua sorella Anne concordano sul fatto che Andrea non debba tornare a rappresentare la Corona in pubblico. Una decisione presa sulla scia dello scandalo di pedofilia che lo vede chiamato in causa da Virginia Giuffre Roberts, una delle vittime del defunto miliardario Jeffrey Epstein.

 

Giuffre, infatti, ha avviato un'azione legale a New York contro il principe, affermando di essere stata messa di fatto «a disposizione» del duca di York, quando lei era 17enne, in tre distinte occasioni. Gli incontri incriminati sarebbero avvenuti in altrettante proprietà del finanziere: a Londra, New York e in una sua residenza delle Isole Vergini. Andrea ha sempre negato le accuse e sta cercando attraverso i suoi legali di non venire coinvolto direttamente nella vicenda.

 

«Non c'è alcuna speranza che Andrea torni in prima linea», spiega una 'fonte reale' al Sunday Times, «William non è di certo un sostenitore di suo zio e crede che questa ostinazione di Andrea sia molto pericolosa, anche perché quest'ultimo dimostra ogni volta di non mostrare rispetto verso la sua stessa famiglia. Carlo vuole molto bene a suo fratello, ma la questione continua a danneggiare la famiglia reale e tutta l'istituzione, è impossibile tornare allo status quo precedente, le accuse sono troppo gravi». 

 


Ultimo aggiornamento: Domenica 10 Ottobre 2021, 20:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA