Silvia Romano volontaria italiana di 23 anni rapita in Kenya in un attacco ad un mercato

  • 242
    share
Una volontaria italiana di 23 anni di nome Silvia Romano è stata rapita ieri sera in Kenya, in un attacco ad un mercato a Chakama, a circa 80 chilometri ad ovest da Malindi. L'attacco sarebbe avvenuto intorno alle 20 di ieri sera: lo ha reso noto il capo della polizia kenyota Joseph Boinnet specificando che nell'attacco sono stati feriti 5 bambini.

Silvia Romano, il racconto choc di un testimone oculare: l'hanno schiaffeggiata e legata
Silvia Romano, la ragazza 23enne di Milano rapita in Kenya

La ragazza italiana lavora per un'organizzazione di assistenza marchigiana che opera nella contea di Kilifi, nella regione di Malindi. Durante l'attacco gli uomini «hanno sparato all'impazzata» prima di prelevare la volontaria. Si parla di diverse persone ferite e ricoverate in ospedale, riporta il sito della Bbc.

Silvia Romano insultata sui Social: sei un'oca giuliva, potevi restare a casa

Lilian Sora, presidente della onlus marchigiana Africa Milele per cui lavora la cooperante rapita, ha detto all'agenzia Ansa che la 23enne è di Milano. Per il momento ha spiegato di non potere rendere nota l'identità della ragazza, anche se sui social network comincia a girare il nome della ragazza. 
 
 


«Il rapimento della volontaria italiana 23enne è avvenuto in una parte del Kenya dove non ci sono centri commerciali, al massimo un negozietto dove si vendono fagioli e dove soprattutto non succede mai niente del genere», ha spiegato Sora. «A quanto ci hanno raccontato le persone che abitano nel villaggio - ha aggiunto - sono arrivati quattro-cinque individui armati che hanno lanciato un petardo, facendo sollevare la sabbia e hanno sparato più volte. Poi sono andati, a colpo sicuro, nella casa dove era la nostra volontaria, probabilmente perché lì sapevano che c'era una italiana, anche se non so spiegarmi il motivo di quello che è successo. In quel momento era da sola, perché altri erano partiti e altri ancora arriveranno nei prossimi giorni»

Secondo il quotidiano locale The Nation l'attacco sarebbe stato portato da 80 «uomini armati in modo pesante» che hanno attaccato il mercato sparando in aria; lo stesso quotidiano precisa che si ritiene che il commando appartenga alle milizie di Al-Shabaab.

Scrive The Nation «Poi hanno rapito la giovane donna italiana che lavora come volontaria nell'area», riportano ancora fonti locali specificando che la connazionale è stata prelevata nella casa da lei affittata nella zona commerciale di Chakama. Quando è arrivata la polizia sul luogo gli armati avevano già attraversato il fiume Galana, racconta ancora il testimone dell'attacco in cui sono rimaste ferite cinque persone».
Mercoledì 21 Novembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 22-11-2018 09:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-11-21 21:01:04
Che razza di commenti...maxrossi da te non mi aspettavo tanta superficialità
2018-11-21 18:40:52
Concordo Franz 72. Chi decide di mettere la propria vita in mano a questi personaggi, liberissimo. Poi se la spiccia da solo. Per me anche il sequestro Sgrena poteva essere chiuso li e senza neanche parlarne, ed anche le altre due di cui non ricordo il nome. Ma credo che adesso sarà così con Salvini
2018-11-21 08:03:40
Un commando di uomini "ha attaccato".
DALLA HOME