Un caso di Covid in Nuova Zelanda da febbraio, in tutto il paese scatta il lockdown

Un caso di Covid in Nuova Zelanda da febbraio, in tutto il paese scatta il lockdown

Un solo caso di coronavirus ha fatto scattare nuovamente il lockdown il Nuova Zelanda. La premier, Jacinda Ardern, ha esortato i neozelandesi a continuare la lotta contro il covid e ha chiesto loro una sforzo con la formazione del nuovo focolaio scoppiato nelle ultime ore.

 

Leggi anche > Afghanistan, la giovane sindaca: «Aspetto che i talebani mi uccidano, non posso lasciare la mia famiglia»

 

Da febbraio in tutto il paese non si è registrato nemmeno un caso, ma la paura che si possa nuovamente diffondere il virus ha spinto la premier a una linea dura. «Abbiamo visto cosa succede altrove se non riusciamo ad arrivare prima - ha detto Ardern - Abbiamo solo una possibilità», che è quella del lockdown. Auckland, dove vive l’uomo contagiato, e Coromandel, città dove era stato in visita, andranno in lockdown per 7 giorni e il resto del Paese per tre. Nel frattempo le autorità sanitarie cercheranno di risalire all'origine del contagio.

 

La Arden ha spiegato che l'alta contagiosità della variante Delta potrebbe portare a delle restrizioni maggiori rispetto a quelle vissute fino allo scorso febbraio. A preoccupare è stata anche la lenta campagna di vaccinazione: solo il 32% delle persone ha ricevuto almeno una dose e il 18% è completamente vaccinato. Ad oggi, la maggior parte delle persone può uscire solo per fare la spesa o esercizio fisico.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18 Agosto 2021, 21:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA