Uccise un uomo con una bomba: evaso dal carcere, la sua fuga è durata solo quattro giorni

Il 42enne Porfirio Duarte-Herrera era evaso già da almeno due giorni quando le guardie carcerarie si sono accorte della sua assenza

Uccise un uomo con una bomba: evaso dal carcere, la sua fuga è durata solo quattro giorni

Un'evasione surreale e una fuga durata quattro giorni, fino alla cattura, avvenuta proprio quando stava per varcare la frontiera. Si è conclusa con l'arresto la latitanza di un 42enne, condannato all'ergastolo per aver piazzato, nel 2007, una bomba che uccise un uomo.

Luis Quinones, pugile 25enne morto cinque giorni dopo l'incontro: era finito ko per un pugno alla testa

L'evasione surreale e la fuga

Porfirio Duarte-Herrera aveva 27 anni quando, piazzando un ordigno nei pressi di un'auto, all'interno del parcheggio di un casinò di Las Vegas, causò la morte di un uomo. Arrestato, giudicato e condannato all'ergastolo, il 42enne stava scontando la sua pena in un carcere di Indian Springs, sempre nel Nevada. Come riporta Metro.co.uk, non è chiaro come l'uomo sia riuscito a evadere dal carcere, ma c'è un fatto decisamente inquietante: le autorità non avevano notizie della sua presenza nel penitenziario sin dal 23 settembre, ma si sarebbero accorti della sua assenza quasi per caso e due giorni dopo. 

L'allarme, infatti, era scattato solo il 25 settembre. Sull'evasione non sono state diffuse notizie ufficiali da parte degli investigatori, ma secondo un'indiscrezione Duarte-Herrera avrebbe usato dell'acido per corrodere la finestra della sua cella e scappare. E per non destare sospetti, avrebbe anche costruito una sorta di fantoccio che avrebbe lasciato poi sul suo letto.

La cattura

Duarte-Herrera, originario del Nicaragua, è stato poi catturato quattro giorni dopo l'allarme in una stazione dei bus alla periferia di Las Vegas. Le indagini si stanno svolgendo anche per cercare di capire cosa abbia fatto l'uomo durante la latitanza e come sia riuscito a raggiungere Las Vegas, distante circa 65 chilometri da Indian Springs. Probabilmente, il 42enne è riuscito a trovare dei soldi per poter allontanarsi dalla zona del carcere e raggiungere la stazione dei bus, che collega gli Stati Uniti con il Messico. La polizia di Las Vegas, infatti, lo ha fermato proprio mentre stava per salire su un bus diretto verso la frontiera.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 3 Ottobre 2022, 18:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA