Uccide la fidanzata con una mannaia e tiene il corpo in casa per settimane: l'aveva già picchiata, ma lei non riusciva a lasciarlo

Il giovane avrebbe ucciso con diversi colpi di mannaia la 22enne e poi avrebbe provato a liberarsi del suo cadavere facendolo a pezzi e tenendolo dentro alcune valigie

Uccide la fidanzata con una mannaia e tiene il corpo in casa per settimane: l'aveva già picchiata, ma lei non riusciva a lasciarlo

Uccide la sua fidanzata e per settimane ha vissuto con il corpo della giovane in casa. Justin Williams, 24 anni, avrebbe ucciso e fatto a pezzi il corpo della 22enne D'Asia Johnson e ha continuato a vivere con il corpo smembrato della vittima per settimane. Il 24enne ha tentato di nascondere l'odore aprendo le finestre e utilizzando diversi detersivi, fino a quando però la polizia non ha fatto irruzione nel suo appartamento a Brooklyn, New York.

Leggi anche > Dopo il divorzio mamma rinchiude la figlia di un anno in una stanza al buio: liberata dopo 7 anni

Leggi anche > Litiga con la compagna, esce di casa per comprare una pistola e poi torna ad uccidere tutta la famiglia

La ricostruzione

Secondo una prima ricostruzione il giovane avrebbe ucciso con diversi colpi di mannaia la 22enne e poi avrebbe provato a liberarsi del suo cadavere facendolo a pezzi e tenendolo dentro alcune valigie. La coppia, secondo quanto raccontano i loro vicini e conoscenti, litigava spesso. Poco prima della morte la giovane era stata aggredita nel corridoio del palazzo, tanto che Williams era finito in carcere per percosse. Una vicina ha raccontato di aver messo in guardia la Johnson e di averla invitata ad andarsene e lasciare il suo compagno. La ragazza avrebbe riportato diverse fratture alle costole e una gamba rotta, ma decise di continuare a vivere con il 24enne.

Pare che anche la mamma della giovane volesse che la sua storia con Williams finisse, proprio perché a conoscenza degli atti violenti del fidanzato. Il ragazzo ha provato a nascondere la sparizione di D'Asia facendosi vedere con un'altra donna, una nuova compagna, facendo credere ai vicini di essersi lasciato. Quando la polizia ha fatto irruzione nel suo appartamento ha trovato una grossa pozza di sangue e due valige con all'interno i pezzi del corpo della vittima. Il 24enne è stato arrestato e ora rischia l'ergastolo. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 11 Novembre 2022, 19:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA