Ubriaco si unisce alle ricerche, ma la persona scomparsa era lui

L'uomo si era diretto verso un bosco e non ne aveva fatto ritorno. Soltanto dopo ore un ricercatore ha urlato il suo nome e lui ha risposto: «Sono qui»

Video

Si è unito alle ricerche di un disperso, ma la persona scomparsa era lui. È successo a Inegöl in Turchia, dove, un uomo ubriaco, dato per disperso, si è unito alle ricerche per la sua scomparsa senza rendersi contro che la persona cercata era proprio lui. 

Leggi anche > Kate Middleton, la prova di coraggio senza eguali: così ha spiazzato tutti in Irlanda del nord

Secondo quanto riportato dai media locali e internazionali, il 50enne ha realizzato il tutto, solo quando uno dei soccorritori ha urlato il suo nome. L'uomo si trovava in un locale con degli amici quando all'improvviso è sparito incamminandosi verso il bosco

Gli amici, vedendo che non tornava, hanno allertato le autorità che hanno subito organizzato una squadra di ricerca. Alla ricerca dell'uomo si sono, poi, uniti molti volontari e, quando l'uomo si è imbattuto nel gruppo, all'interno del bosco, ha subito prestato il suo aiuto per cercarsi. Secondo quanto riportato dal Daily Mail, l'uomo ha collaborato con la squadra per ore, fino a quando un ricercatore ha urlato il suo nome e lui ha risposto: «Sono qui».

Dopo aver chiarito la situazione, alquanto imbarazzante, la polizia lo ha portato a casa. Ma non è chiaro se nessuno si fosse accorto della sua presenza già precedentemente. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 1 Ottobre 2021, 16:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA