I medici non lo operano a causa della pandemia, 46enne muore per un tumore

Ha un tumore, i medici non lo operano a causa della pandemia covid: muore a 46 anni

Ha un tumore ma non può essere operato a causa della pandemia e muore. Adrian Rogers, 46enne di Retford, nel Regno Unito, poteva essere salvato dal suo cancro al colon da un'intervento chirurgico che però è stato rimandato dalla pandemia. La sua malattia è così peggiorata nel corso dei mesi e alla fine il tumore è arrivato a uno stadio terminale non lasciandogli più alcuna speranza.

 

Leggi anche > Mamma 18enne muore dopo aver fatto sesso con il marito: «Si è sentita male durante la doccia»

 

L'uomo aveva già nei mesi passati denunciato il sistema sanitario nazionale. Con la pandemia aveva visto cancellare il suo intervento, considerato però urgente e salva vita proprio per la gravità della sua malattia. Ma i medici hanno sospeso gli interventi, lasciando che il male progredisse fino a quando i dottori, analizzando il suo stato di salute, hanno stabilito che era ormai inoperabile e per lui non c'era più niente da fare.

 

Secondo quanto riportato dalla stampa locale, il 46enne non si è arreso e ha denunciato ogni cosa, ma purtroppo in questi giorni ha perso la sua battaglia più grande, quella per la vita. A dare l'annuncio della sua scomparsa è stata la moglie, da sempre accanto a lui nel corso della malattia, e che aveva aperto una raccolta fondi per aiutarlo a sostenere le spese mediche. «Il mio splendido marito Adrian è morto. È diventato molto malato rapidamente e purtroppo è morto il 27 febbraio 2021. Vorrei ringraziare ognuno di voi per averci aiutato nella battaglia di Adrian, a nome mio e di Adrian. È stato sorpreso dalla gentilezza di tutti. Per il mondo era una persona, ma per me era il mio mondo. Grazie ancora per tutto il tuo amore».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 24 Marzo 2021, 15:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA