Ucraina, Trump: «Putin è un genio, con me alla Casa Bianca non sarebbe successo»

Ucraina, Trump: «Putin è un genio, con me alla Casa Bianca non sarebbe successo»

Intervistato da un podcast ha parlato con ammirazione dello schieramento di carri armati russi: "Servirebbero al confine sud degli Stati Uniti per bloccare l'invasione degli immigrati clandestini"

Donald Trump senza freni. Sulla crisi tra Ucraina e Russia che tiene in apprensione tutto il mondo, l'ex presidente degli Stati Uniti d'America attacca Biden ed elogia Putin. Mentre nelle ore di massimo ascolto della Fox va in onda «fuoco amico», contro ogni ipotesi di intervento in Ucraina, Donald Trump sorprende tutti e dichiara: «Putin è un genio».

 

Leggi anche > Putin riconosce le Repubbliche ucraine separatiste: «Basta attacchi, o reagiremo»

 

«Vladimir Putin osa perché vede in Biden un avversario molto debole» ha dichiarato Trump. E in un certo senso ci potrebbe anche stare che il leader russo abbia deciso di sfidare con le armi gli equilibri in Europa, raggiunti dopo la guerra fredda. Ma non si può dire che la Casa Bianca sia rimasta a guardare. Questa volta l'America non si è fatta cogliere impreparata e, sicuramente, ha tentato di ottenere un ripensamento da parte di Putin con tutti gli strumenti a sua disposizione. 



Donald Trump intervistato da un podcast, ha definito Putin un genio, parlando con ammirazione del grande dispiegamento di carri armati russi presentati come una forza di pace e sostenuto che una simile massa di tank e cannoni servirebbe alla frontiera sud degli Stati Uniti per bloccare quella che ha definito l’invasione di milioni di immigrati clandestini.

 

Agli intervistatori che gli chiedono se Biden, dallo Studio Ovale, ha sbagliato qualche mossa, risponde: «Ha truccato le elezioni, non dovrebbe essere là, non sa cosa fa». Guardate, invece, Putin: «È un genio. Ha dichiarato una parte dell’Ucraina indipendente. Meraviglioso. È intelligente e la sua forza di peacekeeping riporterà la pace. Ce ne vorrebbe una simile da noi al confine meridionale. Putin è saggio, lo conosco bene, molto bene. E, comunque, con me alla Casa Bianca, tutto questo non sarebbe successo».




 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Febbraio 2022, 21:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA