Tiktoker mangia due vespe vive e gli si gonfia tutta la faccia. Il video estremo finisce nella bufera

Il fenomeno di postare video estremi sui social mentre si mangiano animali ed insetti è molto pericoloso ed a rischio emulazione

Tiktoker mangia due vespe vive e gli si gonfia tutta la faccia. Il video estremo finisce nella bufera

Scriviamolo subito. Non fatelo a casa, non c'è nulla da imitare, nel video folle di un influencer cinese, Wang Chan che ha postato sui social un'impresa molto pericolosa. Per ricevere like e diventare virale, cosa che è avvenuta, ha mangiato due vespe vive ed il risultato è che pochi attimi dopo averle ingerite le sue labbra si sono gonfiate in modo molto evidente e doloroso ed anche il suo viso ne ha risentito. In Asia, sono molti gli influencer che per attirare l'attenzione compione imprese assurde o mangiano animali inconsueti e che spesso diventano oggetto di emulazione.

Tenta di uccidere un pastore tedesco lanciando frecce. Da mesi si cerca il killer di animali

Un video folle e pericoloso

«Anche se ho un po' paura, le mangerò comunque», dice l'influencer cinese nel video sul social Douyin e poi rimbalzato su TikTok e nel web. Nel video, il ragazzo tiene due vespe molto agguerrite, tra due bacchette di legno e parlando con il suo pubblico, dice «ora le mangerò, semmai dopo datemi del porridge di riso». Dopodiché prende i due insetti e li infila in bocca, ma subito dopo, ciò che accade nel video è molto eloquente.  Dolore al viso e labbra deformate. Ed anche lui si prodiga nello scrivere «pericoloso, non imitare», ma intanto il filmato è divenuto virale.

@observer017 #funny #honeybee #eat ♬ 原创音乐 - observer017

Rimosso dal social cinese

Douyin ha rimosso il video, che però si trova comunque facilmente su TikTok, dove sta attirando critiche, senza però essere cancellato. L'influencer, aggirando facilmente la sospensione, con un altro account ha postato due video in cui rassicura i suoi followers mostrandosi con il viso meno gonfio mentre continua a mangiare riso. 
 


Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Settembre 2022, 15:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA