Thalita, modella brasiliana uccisa a Kharkiv: combatteva in Ucraina con il fratello

Dopo aver combattuto in Iraq da tre settimane era in Ucraina: la famiglia informa che è morta in seguito a un bombardamento russo

Thalita, modella brasiliana uccisa a Kharkiv: combatteva in Ucraina con il fratello

Thalita do Valle è morta in Ucraina. L'ex modella brasiliana di 39 anni è rimasta uccisa durante i bombardamenti russi a Kharkiv. La donna, insieme, al fratello avevano deciso di partire per il fronte ucraino e combattere insieme ai soldati contro l'invasione russa. 

Il figlio di un ricco imprenditore scompare nel nulla, un truffatore lo sostituisce per 40 anni

La famiglia, secondo quanto riportato dal Daily Mail, ha reso noto che la 39enne è morta per asfissia dopo essere rimasta intrappolata in un bunker in fiamme per le esplosioni. Thalita do Valle in precedenza aveva combattuto con le forze curde contro l'Isis in Iraq. «Ci sono stati attacchi russi e il battaglione è stato diviso. Thalita si è rifugiata nel bunker, è morta il 30 giugno per asfissia, non è stata colpita da schegge», ha raccontato il fratello Theo Rodrigo Vieira, aggiungendo che la sorella mandava messaggi dal fronte praticamente ogni giorno, lavorava sia come soccorritrice sia come tiratore scelto. Era anche responsabile di fornire copertura dalle forze russe che avanzavano.

LA SUA STORIA

Thalita do Valle da giovane aveva fatto la modella, prima di studiare legge. Poi aveva lavorato con associazioni di beneficenza, in seguito si era unita alle forze curde Peshmerga in Iraq dove era stata addestrata come tiratore scelto. Il fratello ha raccontato che la sorella era arrivata in Ucraina da tre settimane, prima di essere inviata nella città di Kharkiv, che non è più sotto attacco diretto russo ma viene ancora frequentemente bombardata da oltre il confine.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 7 Luglio 2022, 17:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA