Texas, la Corte non blocca la legge che vieta l'aborto dopo 6 settimane anche in caso di stupro o incesto

Texas, la Corte non blocca la legge che vieta l'aborto dopo 6 settimane anche in caso di stupro o incesto

In Texas entra in vigore la legge sull'aborto che impedisce di interrompere la gravidanza dopo 6 settimane in qualsiasi situazione. La legge sulla proibizione dell'aborto ha visto la Corte Suprema degli Stati Uniti non sospendere la legge, nonostante la profonda spaccatura.

 

Leggi anche > In Texas entra in vigore la "Legge sull'aborto": è vietato interrompere la gravidanza dopo sei settimane

L'Alta Corte, molto divisa al suo interno con 4 dei 9 giudici contrari alla decisione, non si pronuncia sulla costituzionalità della legge texana appena entrata in vigore. Una nuova legge che proibisce l'aborto dopo sei settimane di gravidanza anche in caso di stupro o incesto. 

 

La Corte, dunque, non si pronuncia, ma invoca «questioni di procedura complesse e nuove».

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 2 Settembre 2021, 10:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA