Terremoto 8.1 al largo della Nuova Zelanda: allarme tsunami in tutto il Pacifico, gente in fuga

Terremoto 8.1 al largo della Nuova Zelanda: allarme tsunami in tutto il Pacifico, gente in fuga

Un sisma di magnitudo 8.1 è stato registrato dall'Usgs statunitense a largo della Nuova Zelanda, a una profondità di 10 km. Si tratta di una località remota a 960 km da Tonga. Stamani un'altra forte scossa, di magnitudo 6.9, era stata registrata sempre al largo della Nuova Zelanda, a 180 chilometri a nord-est della città di Gisborne, facendo scattare un allarme tsunami.

 

Lo Tsunami Center americano ha esteso l'allerta tsunami a tutto il Pacifico Si prevedono onde anomale verso Nuova Zelanda e Australia, le Hawaii, le isole Fiji, le Cook, Samoa, le coste della Colombia, dell'Ecuador, del Costa Rica, del Messico.

 


 

Centinaia di persone stanno fuggendo dalle zone costiere del nord della Nuova Zelanda dopo il sisma di magnitudo 8.1 al largo e l'allerta tsunami estesa a tutto il Pacifico. Lo riferiscono i media neozelandesi. Tre i terremoti registrati: il primo di magnitudo 6.9, un secondo molto al largo di 7.1 e un terzo di 8.1. Nell'area, a circa 1.000 km dalle coste della Nuova Zelanda, si registrano altre violente scosse in sequenza, l'ultima di 6.1.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 4 Marzo 2021, 22:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA