Terremoto in Cina di magnitudo 6, almeno 12 morti: fuga dei turisti dagli hotel

Almeno 12 i morti per il terremoto di magnitudo 6 che ieri sera ha colpito in Cina la città di Yibin, nella provincia centromeridionale dello Sichuan: lo hanno riferito i media locali, rilanciando l'ultimo bollettino dalle autorità che menziona anche un totale di 125 feriti. Il sisma, segnalato alle 22:55 locali (le 16:55 in Italia), è stato seguito da 62 scosse di assestamento.

Terremoto in Cina, almeno 12 morti e oltre 120 feriti



La violenta scossa ha causato il crollo di diversi edifici, tra cui un hotel nella contea di Changning, e il danneggiamento di diverse strade: le operazioni di soccorso sono ostacolate dalla violenta pioggia caduta da questa mattina sulle aree colpite. Il ministero della Gestione delle emergenze ha annunciato l'invio di diverse unità dei vigili del fuoco e altro personale specializzato, spiegando che l'Amministrazione nazionale alimentare e delle riserve strategiche ha spedito un totale di 5.000 tende, 10.000 letti pieghevoli e 20.000 coperte. L'epicentro è stato individuato a circa 16 km di profondità, secondo le stime fatte dal China Earthquake Networks Center, in un'area nota per la pericolosità sismica. Gli ultimi terremoti più gravi in Cina si sono concentrati proprio tra le montagne dello Sichuan: nel 2008 un sisma di magnitudo 8 provocò la morte di 90.000 persone, con un epicentro distante appena 400 km da quello della scossa registrata ieri.

Martedì 18 Giugno 2019, 07:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA