Tentò di rubare la Magna Carta, condannato a 4 anni: il piano per prendere il documento simbolo della democrazia

Tentò di rubare la Magna Carta, condannato a 4 anni: il piano per prendere il documento simbolo della democrazia

Mark Royden, l'uomo che tentò di rubare una copia originale della Magna Carta, è stato condannato a quattro anni di reclusione. Il 47enne Royden tentò il furto del documento del 13esimo secolo che gettò le basi della moderna democrazia parlamentare britannica nella cattedrale di Salisbury, dove era custodita una delle quattro copie originali. Fece scattare l'allarme antincendio come distrazione per il personale di sicurezza, ma non riuscì ad infrangere il vetro della teca dove si trovava il documento. 

Royden venne poi fermato dallo staff e da alcuni visitatori fuori dalla cattedrale, dopo aver causato danni per 14mila sterline. «Se fosse riuscito nel suo intento, Royden avrebbe privato la nazione della migliore copia rimasta dal 1215», ha detto il procuratore Rob Welling dopo la sentenza di condanna.

La Magna Carta fu firmata nel 1215 per impedire una guerra civile con i potenti baroni che reclamavano un maggiore controllo delle terre e delle tasse. Si tratta del primo documento scritto che limita l'esercizio dell'autorità regale, garantendo a tutti gli "uomini liberi", circa il 10 per ceto della popolazione inglese dell'epoca, il diritto alla giustizia e ad un processo equo.
Ultimo aggiornamento: Venerdì 10 Luglio 2020, 22:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA