Surfista di 19 anni sopravvive all'attacco di uno squalo bianco: «L'ho preso a calci»
di Simone Pierini

Surfista di 19 anni sopravvive all'attacco di uno squalo bianco: «L'ho preso a calci»

Nick Wapner è un surfista di 19 anni ed è sopravvissuto all'attacco di uno squalo bianco lungo quasi 5 metri. Il giovane era in acqua con la sua tavola da surf mentre aspettava un'onda al largo del Montana de Oro State Park, sulla costa centrale della California, quando all'improvviso uno squalo lo ha attaccato alle gambe. «L'ho preso a calci, è stato tutto velocissimo, dopo avermi addentato le gambe si è girato e se n'è andato», ha raccontato dal letto dell'ospedale, ricoverato con 50 punti di sutura alle due gambe. 

Squali attaccano il campione di surf durante la finale mondiale: salvo per miracolo



«Deve avermi assaggiato e non devo essergli piaciuto», ha scherzato Nick. «Poco istanti dopo ho urlato ai miei amici: "sono appena stato attaccato da uno squalo"». Un miracolo che sia ancora vivo e che abbia riportato solo diversi punti di sutura ma nessun danno grave agli arti. «Sono felice di essere vivo. Sono ancora sotto shock». Spaventato ma non al punto di smettere con la sua passione più grande. «Continuerà a fare surf, pensando un giorno alla volta». 

La vicenda ricorda da vicino l'attacco subito nel 2015 dal tre volte campione del mondo Mick Fanning durante una tappa della World Surf League a Jeffreys Bay, in Sudafrica. L'episodio fece scalpore non solo per la popolarità del surfista ma soprattutto perché l'evento fu ripreso in diretta. Fanning ne uscì totalmente illeso. «È stato un miracolo, non capisco perché non mi abbia morso», dichiarò. 
 


 
© RIPRODUZIONE RISERVATA