Investe la suocera e scappa, poi si costituisce due giorni dopo: era a oltre 300 km di distanza

Investe la suocera e scappa, poi si costituisce due giorni dopo: era a oltre 300 km di distanza

La sua fuga è durata due giorni, poi si è costituito a oltre 300 chilometri di distanza dal luogo in cui aveva volontariamente investito la suocera con l'auto. Il 26enne di origini gitane è ora sotto custodia cautelare: dovrà rispondere di due diversi reati.

Investe la suocera e scappa, il motivo è agghiacciante. L'uomo ancora in fuga

Investe la suocera e scappa

Tutto era accaduto nella giornata di lunedì a Valencia, in Spagna. Il 26enne, che guidava senza patente dopo che gli era stata ritirata, aveva causato un incidente, senza fortunatamente coinvolgere altre persone. Nel timore che le autorità lo potessero fermare e scoprire la violazione, si era però dato alla fuga e aveva chiesto con insistenza al cognato di prendersi la responsabilità di quell'incidente. L'uomo si era però rifiutato e ne era nata un'aspra lite familiare, in cui era intervenuta anche la suocera del 26enne. Alla fine, sul posto erano arrivati anche alcuni parenti del 26enne: l'incidente e la successiva discussione erano stati la goccia che ha fatto traboccare il vaso, dal momento che tra le due famiglie c'erano state aspri liti anche in passato.

La fine della fuga

Dopo aver investito la suocera, il 26enne era fuggito, facendo perdere le proprie tracce. La polizia si era messa sulle sue tracce, ma il giovane aveva percorso oltre 300 chilometri, dirigendosi verso Nord. Non è ancora chiaro se abbia percorso l'autostrada o una strada statale, ma alla fine il 26enne era finito a Saragozza. Qui, sentendosi braccato e lontano da casa, ha deciso di andare a costituirsi dalla polizia nel tardo pomeriggio di ieri. Lo riporta 20minutos.es. Ora è in stato di arresto e gli sono imputati due diversi reati: il primo, quello di aver abbandonato il luogo dell'incidente dopo averlo causato, e il secondo, il tentato omicidio volontario nei confronti della suocera.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 22 Settembre 2022, 18:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA