Spazzatura rispedita a casa dei turisti incivili: l'idea geniale dello staff di un Parco Naturale per difendere l'ambiente
di Nico Riva

"Se lasci la spazzatura, te la rispediamo a casa": l'idea geniale dello staff di un Parco Naturale per combattere l'inciviltà

«Abbandoni la spazzatura nel nostro parco? Noi te la rispediamo a casa». I gestori del Parco Nazionale Khao Yai, vicino Bangkok, hanno trovato una soluzione geniale per mantenere pulita l'area e insegnare un po' di rispetto ambientale ai turisti più incivili. Nell'epoca in cui l'emergenza climatica si fa ogni giorno più critica, ogni piccolo gesto nella lotta all'inquinamento conta. I rifiuti rappresentano inoltre un pericolo enorme per gli animali presenti nel parco, che potrebbero ingerirli e morire. 

Leggi anche > “La rivoluzione comincia dal tuo armadio” di Marina Spadafora e Luisa Ciuni

Il Parco Nazionale Khao Yai, una riserva nazionale Patrimonio dell'Unesco, è il più antico della Thailandia, ed uno dei più frequentati dai turisti. A dare l'annuncio dell'iniziativa ambientalista è stato proprio il Ministro dell'Ambiente thailandese Varawut. Le autorità del Parco saranno autorizzate a rispedire i rifiuti direttamente alle case dei visitatori. I turisti incivili riceveranno inoltre una segnalazione dalla polizia. Come fare a rintracciarli? Semplice: all'ingresso del Parco, i visitatori dovranno registrarsi con il proprio indirizzo. 

«La tua spazzatura tornerà da te», promette il Ministro su Facebook, ricordando inoltre che rovinare un parco nazionale è un reato punibile fino a 5 anni di prigione in Thailandia. Nel migliore dei casi, il trasgressore dovrà invece pagare una multa salatissima (500mila baht, circa 13mila euro). Le autorità thailandesi hanno preso una decisione chiara e forte per combattere questa abitudine terribilmente sbagliata e pericolosa: dove non arriva la logica delle persone, arriverà la legge. 
 

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Settembre 2020, 12:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA