Sparatoria in un negozio, almeno tre morti. La polizia: «Caccia al colpevole, è pericoloso»

Secondo quanto riferito dal capo della polizia di Yakima, il killer è una persona pericolosa e la sparatoria è stata casuale, quindi esiste un pericolo per la comunità

Sparatoria in un negozio, almeno tre morti. La polizia: «Caccia al colpevole, è pericoloso»

Sono almeno tre le vittime della sparatoria avvenuta nella notte all'interno di un negozio a Yakima, nello Stato di Washington. A riferire della notizia è stato il capo della polizia, Matt Murray, che ha fatto sapere che il colpevole è riuscito a fuggire dopo aver esploso una seria di colpi e, adesso, è caccia all'uomo. 

Leggi anche > Altra sparatoria in California, 7 morti: 67enne apre il fuoco sulla folla, arrestato. Chi erano le vittime

 «Persona pericolosa»

 

«Questa è una persona pericolosa e la sparatoria è stata casuale, quindi esiste un pericolo per la comunità», ha detto Murray. «Non sappiamo quale possa essere il movente», ha aggiunto ai media. La polizia ha fatto sapere che la sparatoria è avvenuta attorno alle 3:30 del mattino, quando un uomo è entrato in un negozio Circle K e ha iniziato a sparare

«Almeno tre morti»

«Quando gli agenti sono arrivati sul posto - racconta il capo della polizia di Yakima - hanno subito individuato tre persone decedute», ma potrebbero non essere le uniche. Oltre ai cadaveri all'interno del negozio Circle K, infatti, si sono subito resi conto che l'uomo ha sparato un'altra raffica di proiettili dalla parte opposta della strada, al negozio Ampm. «Il killer ha sparato contro un veicolo, con la persona alla guida che è subito scappata, dando la possibilità al sospettato di scappare con la sua auto: una Chrysler». La persona derubata dell'auto potrebbe essere la quarta vittima, visto che è stato rinvenuto del sangue, ma ancora non si hanno notizie delle sue condizioni di salute. 

Caccia all'uomo

La polizia ha reso noto di essere a caccia di una Chrysler berlina grigia o argento e ha diffuso l'immagine di una telecamera di sorveglianza che ha ripreso il killer, per facilitare le ricerche. Si tratta di un uomo bianco vestito di nero con un cappello che rende difficile l'identificazione. «Faremo tutto il possibile per localizzare e arrestare quella persona», è stata la promessa dell'agente.


Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Gennaio 2023, 18:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA