Spara e uccide le tre figlie e ferisce la moglie, poi si suicida. «Un signore della guerra mi minacciava»

Spara e uccide le tre figlie e ferisce la moglie, poi si suicida. «Un signore della guerra mi minacciava»

Un docente di matematica libanese, Ghadir Salam, ha ucciso le sue tre figlie di età compresa tra i 16 e i 20 anni e si è poi tolto la vita, in circostanze ancora poco chiare. Accade in Siria nel porto di Tartus, dove Salam ha esploso colpi di arma da fuoco contro le figlie e la moglie, rimasta ferita ma che non è morta: prima del gesto, l'uomo ha scritto un post su Facebook per spiegare i motivi di quanto avrebbe poi fatto.

Leggi anche > Bambino suicida a Napoli, l'esperto: «Attenzione al tempo che passano in Rete»

La vicenda, di cui parlano i media siriani, ha scosso il Paese già afflitto da una grave crisi economica e sociale e da anni di guerra: sul suo profilo Facebook Salam ha scritto che è stato costretto a uccidere le figlie e a togliersi la vita perché era stato minacciato da un signore della guerra locale, originario della vicina regione di Hama, con cui in passato aveva avuto rapporti e a cui doveva «consegnare un lavoro» che non era però riuscito a consegnare in tempo. Questo signore della guerra, secondo Ghadir Salam, aveva minacciato di uccidere le tre figlie, la moglie e di bruciare l'intera casa di famiglia. La polizia indaga sull'accaduto.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 1 Ottobre 2020, 15:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA