Spara a un bufalo durante una battuta di caccia, l'animale reagisce e lo uccide: morto l'ex presidente della Federcaccia

L'uomo si trovava in una riserva di caccia argentina con tre amici, che non sono riusciti a salvarlo

Spara a un bufalo durante una battuta di caccia, l'animale reagisce e lo uccide: morto l'ex presidente della Federcaccia

L'ex presidente della Federazione messicana di caccia ucciso da un bufalo. L'ironia della sorte, nel sua espressione più cruda. Mario Alberto Canales Najjar, 64 anni, è morto il 7 ottobre scorso nella provincia di Entre Ríos, in Argentina. Aveva sparato all'animale, senza ammazzarlo. Così il bufalo ha reagito e da preda si è trasformato in predatore. 

Robbie Coltrane morto, l'Hagrid di Harry Potter aveva 72 anni Chi era

Cosa è successo

Mario Alberto Canales Najjar, un avvocato con studio a Città del Messico, era un esperto cacciatore ed era stato presidente del consiglio di amministrazione della Federazione messicana di caccia dal 2018. Il 7 ottobre scorso si trovava a una battuta di caccia ai bufali con tre amici nella riserva di Punta Caballos, nella città di Costa Uruguay Sur, a circa 200 chilometri a nord di Buenos Aires. Arrivato a circa 30 metri dalla sua preda, ha aperto il fuoco con il fucile ma ha mancato l'animale. A quel punto il bufalo lo ha puntato infuriato e ha cominciato a corrergli incontro, finendo per incornarlo a morte.

Come è morto

A causa della mancanza di segnale sui telefoni è stato impossibile contattare un'ambulanza. L'uomo è stato trasportato all'ospedale su un veicolo privato in stato di choc ed è stato dichiarato morto al suo arrivo. L'autopsia ha rivelato che aveva subito fratture costali e sternali, nonché ematomi retroperitoneali. La Procura ha aperto un'indagine sull'accaduto. I tre amici della vittima saranno interrogati per scoprire a chi si sono rivolti per ottenere la licenza di caccia sportiva sul posto, che ha un valore di circa 500 dollari al giorno. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 14 Ottobre 2022, 21:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA