Spagna, sciame sismico in corso da oltre 48 ore: «Le due scosse più forti avvertite in cinque diverse regioni»

Spagna, sciame sismico in corso da oltre 48 ore: «Le due scosse più forti avvertite in cinque diverse regioni»

Uno sciame sismico ha colpito la Spagna da oltre 48 ore, con decine di scosse di terremoto concentrate in un'unica zona. Oltre a decine di eventi sismici strumentali, ci sono state tre scosse di magnitudo superiore a 3 e due di magnitudo superiore a 4 negli ultimi due giorni. Le due scosse più forti sono state avvertite non solo a Lizoàin, nella comunità autonoma della Navarra, ma in altre quattro diverse regioni limitrofe.

Leggi anche > Donna scomparsa da due anni, avvistata in mare e salvata da un gruppo di pescatori



Il primo, significativo evento sismico era stato registrato e avvertito distintamente dalla popolazione alle 9.24 dello scorso 29 settembre: magnitudo 3.1 ed epicentro nel comune di Lizoàin, a cui avevano fatto seguito alcune repliche strumentali. La situazione sembrava tornata alla normalità ma, dopo alcune di scosse strumentali nella giornata di ieri, alle 22.02 di ieri sera la stessa zona è stata colpita da un sisma di magnitudo 4.5 (inizialmente calcolato in 4.6 e poi rivisto), avvertito distintamente anche nelle regioni limitrofe, come La Rioja, l'Aragona, il Paese Basco e la Catalogna, fino a Barcellona. In meno di un'ora, sempre nella stessa zona, si sono registrate diverse scosse strumentali (la più intensa di magnitudo 2.2), prima di un nuovo, forte evento sismico, di magnitudo 3.4 e avvenuto alle 22.54.

Tre minuti dopo la nuova scossa, c'è stata una replica di magnitudo 2.1, seguita da altre scosse strumentali, fino alle 23.37, con un evento di magnitudo 3.7. Anche in questo caso, per quasi un'ora, sono state registrate nuove scosse strumentali, fino ad un nuovo, forte terremoto di magnitudo 4.4, ventuno minuti dopo la mezzanotte. Anche questa scossa è stata avvertita in tutta la Navarra e nelle regioni limitrofe. Una notte di paura per tutti gli abitanti della zona, dal momento che lo sciame sismico non sembra ancora finito: nelle ultime ore sono state decine le repliche strumentali o comunque di bassa intensità (le più intense di magnitudo 2.7 e 2.9). Tutti i dati sono costantemente monitorati in tempo reale dall'Istituto Geografico Nazionale della Spagna.

Gli abitanti delle zone prossime all'epicentro riferiscono di cadute di oggetti in casa, anche se al momento non ci sono notizie precise su danni a cose o persone, come spiega 20minutos.es. L'area interessata dallo sciame sismico è una zona rurale, posta ai piedi della catena montuosa dei Pirenei e a una distanza di poco più di venti chilometri dal capoluogo, Pamplona.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 1 Ottobre 2020, 12:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA