Sergey Protosenya, l'oligarca russo uccide con un'ascia moglie e figlia di 18 anni. Poi si toglie la vita

I corpi trovati nella villa a Lloret de Mar. Il magnate aveva un patrimonio stimato di più di 400 millioni di euro.

Oligarca russo uccide con ascia moglie e figlia di 18 anni. Poi si toglie la vita

L'oligarca russo Sergey Protosenya, 55 anni, avrebbe ucciso moglie e figlia di 18 anni, e poi si sarebbe tolto la vita. È stato infatti trovato impiccato nel cortile della sua villa a Lloret de Mar, sulla Costa Brava spagnola. Vicino a lui un'ascia e un coltello con tracce di sangue. La consorte, di nome Natalia (età 53 anni) è stata invece trovata priva di vita dentro casa insieme alla figlia. A riportare la notizia il sito spagnolo Telecinco, che indica come gli agenti della polizia catalana abbiano trovato i tre corpi martedì scorso.

Oligarca russo uccide moglie e figlia, chi è

Sergey Protosenya ha un patrimonio stimato di oltre 400 milioni di euro. Si è laureato in Ingegneria Civile all'Università di Mosca e ha ricoperto per oltre sette anni la carica di vicepresidente nel consiglio di amministrazione della società di gas naturale Novatek. Secondo quanto riferito, la famiglia russa si trovava nella loro villa a Lloret de Mar, ma viveva in Francia e la residenza spagnola era la loro seconda casa. Protosenya e sua moglie Natalia, 53 anni, hanno avuto due figli insieme, la vittima di 18 anni e un figlio adolescente, che si trovava in Francia al momento della presunta follia omicida.

 

 

 

A dare l'allarme il figlio

Il figlio adolescente ha chiamato la polizia martedì quando non è stato in grado di contattare nessuno dei suoi familiari per un po'. Gli agenti hanno controllato la villa e hanno trovato Protosenya morto fuori casa. La polizia ha poi trovato i cadaveri della moglie e della figlia adolescente in casa. Secondo quanto riferito, i poliziotti stanno lavorando nell'ipotesi che Protosenya li abbia uccisi entrambi con un'ascia mentre dormivano.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Aprile 2022, 16:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA