Uk, arrivano le scarpe espandibili per bambini che si allungano di tre misure: ecco perché
di Elena Fausta Gadeschi

Uk, arrivano le scarpe espandibili per bambini che si allungano di tre misure: ecco perché

La calzatura si espanderà di tre mezze taglie

Secondo la Better Shoes Foundation, nel Regno Unito l'85% delle scarpe vendute finisce in discarica, ma dal prossimo anno potremmo assistere a un'inversione di tendenza grazie all'idea di Jeroo Doodhmal, fondatrice del marchio di calzature ecologiche per bambini Pip & Henry, che nel 2023 conta di lanciare sul mercato le prime scarpe espandibili.

Leggi anche > Giornata Mondiale delle api, 3Bee lancia il progetto 3Bee Education per le nuove generazioni

 

Uk, arrivano le scarpe espandibili per bambini che si allungano di tre misure per ridurre i rifiuti in discarica

 

«Il nostro obiettivo è quello di creare una scarpa che possa espandersi di almeno tre mezze taglie, e quindi raddoppiare la vita di qualsiasi scarpa» ha spiegato al Guardian l'imprenditrice, la cui offerta si rivolge ai bambini di età inferiore ai sette anni, un periodo in cui lo sviluppo evolutivo è repentino.

A quell'età un bambino ha bisogno in media di scarpe nuove ogni quattro mesi, un ciclo di sostituzione rapido e costoso che vede i britannici acquistare 80 milioni di paia all'anno, la maggior parte delle quali finiscono in discarica.

Per far fronte a questa esigenza, Jeroo Doodhmal ha pensato a una scarpa espandibile per bambini che si adatta abbastanza a lungo da essere consumata. La calzatura si espande di almeno tre mezze taglie, anche se sono ancora allo studio due tipi di design: in un modello la scarpa si estenderebbe con l'aggiunta di una parte di suola a incastro, come un puzzle, nell'altro si utilizzerebbe un materiale flessibile che può essere regolato in base alle esigenze con una tomaia elasticizzata da fissare con cerniere e gancini.

Il progetto è stato premiato con una sovvenzione di 250mila sterline da un fondo di sostenibilità del Regno Unito e grazie a questo finanziamento sarà possibile studiare un design confortevole e funzionale. «Penso che saranno nei negozi fra un anno», ha detto Doodhmal. «Dobbiamo testare i prototipi e poi portarli agli esperti del settore per il loro feedback, quindi elaborare un concept finale pronto per il lancio commerciale». Le scarpe Pip & Henry costeranno circa 60 sterline, ma la parte di tomaia espandibile potrebbe costare fino a 20 sterline in più. «Il finanziamento è abbastanza consistente da portarci fino in fondo. Sono molto fiduciosa che saremo in grado di trovare qualcosa di veramente pregiato e resistente».

Marija Rompani, direttrice della John Lewis Partnership per l'Etica e la sostenibilità, ha affermato che il progetto ha il potenziale per creare «un impatto reale». «La nostra cultura dello scarto e i rifiuti che genera sono indiscutibilmente tra le più grandi sfide che affronteremo nella nostra vita e affrontarle richiederà un diverso tipo di pensiero».


Ultimo aggiornamento: Venerdì 13 Maggio 2022, 19:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA