Scacchista sotto accusa: «Ha imbrogliato usando un sex toy». La vicenda incredibile

La star emergente Hans Niemann, di 19 anni, è stata clamorosamente accusata sul web di aver usato delle sfere anali per truffare una partita contro il numero uno al mondo

Scacchista sotto accusa: «Ha imbrogliato usando un sex toy». La vicenda incredibile

Un giocatore di scacchi è stato accusato di aver truffato una partita vincente utilizzando un sex toy. La star emergente Hans Niemann, di 19 anni, è stata clamorosamente accusata sul web di aver usato delle sfere anali per truffare una partita. Secondo alcuni il giovane avrebbe vinto in modo scorretto contro il gran maestro Magnus Carlsen, considerato numero uno al mondo.

Leggi anche > Conduttrice tv trova le mutande di un'altra donna in casa a un mese dal matrimonio e si suicida a 27 anni

Il sospetto è che abbia usato delle sfere anali wireless, un dispositivo vibrante, che avrebbe di fatto spostato le pedine sulla scacchiera in modo che nessuno se ne potesse accorgere. Accuse che si rincorrono da giorni in rete dopo la vittoria e alle quali Niemann ha risposto dicendo di non avere problemi a giocare anche nudo, in modo da dimostrare di non commettere alcuna irregolarità.

Il giocatore di scacchi di 19 anni ha battuto il signor Carlsen nella Sinquefield Cup domenica 4 settembre, ponendo fine alla sua serie di 53 vittorie consecutive. Il giorno successivo il campione mondiale si è ritirato dal torneo sconvolgendo tutti gli appassionati. Da quel momento sono piovute critiche sul 19enne che ha però affermato di essere pronto a dare qualunque dimostrazione e a giocare in qualunque condizione. Il giovane ha affermato di avere la coscienza pulita e di avere come unico scopo solo la vittoria.

 

L'organizzatore del torneo ha sottolineato che non c'è stata alcuna irregolarità, che sono stati fatti dei controlli, ma le accuse verso il 19enne sono di fatto infondate. Ha poi garantito che tutti gli arbiri continueranno a vigilare attentamente su tutte le dinamiche di gioco.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 16 Settembre 2022, 21:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA