Sanna Marin, la premier con l'abito scollato in copertina. È polemica: «Uno scandalo». Ma i finlandesi sono con lei
di Nico Riva

Sanna Marin, la premier con l'abito scollato in copertina. È polemica: «Uno scandalo». Ma i finlandesi sono con lei

Sanna Marin, giovane primo ministro della Finlandia, è finito sotto attacco degli hater del web. Dopo aver posato per la copertina del magazine Trendi con un blazer dalla scollatura evidente, una sassaiola virtuale e violentemente sessista si è scatenata contro la trentaquattrenne. Ma una folla ben più numerosa ha risposto prendendo le difese della premier, replicando con ironia agli odiatori da tastiera. 

Leggi anche > Sanna Marin, la nuova premier della Finlandia, ha 34 anni ed è figlia di due donne. È la più giovane al mondo

Sanna Marin è stata eletta a dicembre 2019 ed è stata salutata come la più giovane leader di uno Stato al mondo (ora il primato è passato a Sebastian Kurz, cancelliere austriaco). L'8 ottobre è apparsa sulla copertina della rivista Trendi e all'interno con un'intervista. Una delle fotografie scattate alla premier ha tuttavia sollevato un polverone di critiche sessiste. Il primo ministro infatti indossa una giacca elegante con lunga (e casta) scollatura e una vistosa collana, ma niente sotto. Così alcuni utenti del web sono insorti, ritenendola una vergogna per il suo ruolo istituzionale.  

Subito è partita la controffensiva dei sostenitori della Marin, che dietro quelle frecciatine pseudopolitiche hanno visto il motore velenoso del sessismo e della misoginia. Al quale hanno risposto con'ironica ribellione: uomini e donne hanno postato un selfie imitando la foto incriminata e la posa della leader finlandese, con l'hashtag #imwithsanna (Io sto con Sanna). Altri hanno risposto postando foto di leader politici maschili che mettono in bella mostra il proprio fisico, a partire dalle foto da macho a petto nudo del russo Vladimir Putin. 

 

La premier socialdemocratica ha messo al centro della sua politica l'uguaglianza, portando avanti un programma con politiche attive verso le donne (anche la sua squadra di governo è a maggioranza femminile), i giovani e le altre minoranze discriminate. Cresciuta dalla madre e dalla sua compagna, dopo il divorzio dei genitori quand'era bambina, ha conosciuto sulla propria pelle la vera discriminazione sociale.

 

 

Sanna Marin è stata anche una delle migliori a livello europeo a gestire l'emergenza Covid: dall'inizio della pandemia, in Finlandia si sono avuti solamente 13mila casi e 350 morti (dati Johns Hopkins University). Quest'oggi la premier ha volontariamente lasciato il vertice Ue dei capi di Stato e di governo, in corso a Bruxelles per mettersi in auto isolamento, dopo essere venuta a contatto con un deputato risultato positivo al Covid. Esattamente come fatto ieri dalla presidente della Commissione, Ursula von der Leyen. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 16 Ottobre 2020, 14:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA