Sam Brinton, la drag queen nel governo Biden, finisce nei guai: furto all'aeroporto

Sam Brinton, la drag queen nel governo Biden, finisce nei guai: furto all'aeroporto

di Redazione web

Sam Brinton è una drag queen non binaria nominata dal presidente Joe Biden come vice assistente segretario dell’Ufficio per lo smaltimento dei rifiuti al Dipartimento per l’energia Usa. Al momento è nei guai per aver rubato la valigia di una donna. 

Priscilla: «L'arte di noi Drag queen mette in discussione il maschio alfa»

Drag queen a scuola per lo spettacolo di danza, mamma furiosa: «Vi sembra appropriato?»

Malore improvviso mentre si esibiva sul palco: morta la drag queen 'regina di Philadelphia', aveva 25 anni

La vicenda

Sam Brinton, che è uno dei pupilli del presidente degli USA, Joe Biden, ora rischia grosso. I fatti risalgono a settembre ma i video della telecamera di videosorveglianza sono stati resi noti solo adesso. Nei nastri si vede Brinton impossessarsi di una valigia di una donna al ritiro dei bagagli all'aeroporto di Minneapolis.

Se la drag queen dovesse essere accusata di furto, rischierebbe una pena detentiva di 5 anni o una multa di 10 mila dollari o entrambe le sanzioni. Il processo è fissato per il 19 dicembre prossimo. 

 

Le dichiarazioni di Brinton

Le forze dell'ordine, dopo essere risalite alla drag queen, l'hanno interrogata. Brinton si è giustificata dicendo: «Se ho preso la borsa sbagliata, sono felice di restituirla, ma quelli non sono i vestiti di un’altra persona. Quando ho aperto la valigia ho trovato i miei di vestiti. Io sono una persona onesta: ero sovrapensiero e ho preso la valigia pensando che fosse la mia».

I vestiti contenuti nella valigia non sono stati ritrovati: Brinton giura di averli riposti nei cassetti dell'hotel in cui alloggiava, ma non c'è traccia. 

 

Ultimo aggiornamento: Martedì 29 Novembre 2022, 16:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA