Omicidio Sabina Nessa, arrestato un terzo uomo di 38 anni: incastrato dalle telecamere

Omicidio Sabina Nessa, arrestato un terzo uomo di 38 anni: incastrato dalle telecamere

Ancora risvolti per il femminicidio di Sabina Nessa, la giovane insegnante delle elementari uccisa in un parco di Londra lo scorso 17 settembre. Questa mattina è stato arrestato un uomo di 38 anni, incriminato dalle immagini delle telecamere di sorveglianza di Pegler Square, la piazza dove era diretta la vittima: in un video di 12 secondi si vede l'uomo mentre cerca di nascondere nella manica un oggetto di colore rosso

 

Leggi anche - Usa, treno passeggeri Chicago-Seattle deragliato in Montana: almeno tre morti

 

A riportarlo è la Bbc secondo cui la polizia lo ha fermato ieri, alle 3.00 del mattino, nell’East Sussex (UK). Al momento l'uomo è sotto custodia, in attesa di interrogatorio.

«La famiglia di Sabina è stata informata di questo importante sviluppo, ha detto il capo ispettore di Scotland Yard, Neil John, e continuano ad essere aiutati dai nostri funzionari specializzati».

Nei giorni scorsi, la polizia aveva arrestato altri due uomini, di 38 e 40 anni, ma poi li ha rilasciati, seppur ancora sotto inchiesta. 

Secondo una prima ricostruzione, Sabina era uscita da un pub e si stava dirigendo verso casa, dunque un percorso breve di circa 5 minuti, quando alle 20:30 ha incontrato il suo aggressore. Il corpo della 28enne è stato trovato da un passante, il giorno successivo alla morte, al Cator Park di Kidbrooke, nel distretto di Greenwich. Lo stesso parco dove, venerdì scorso, si sono radunate più di 500 persone per una veglia in sua memoria.

«Non ci aspettavamo che qualcosa del genere ci sarebbe mai successo – ha dichiarato in lacrime la sorella di Sabina, Jebina Yasmin Islam, dopo la commemorazione nella moschea di Kidbrooke – Esorto tutte a camminare su strade affollate, quando tornate a casa dal lavoro, da scuola o da casa di un amico. Tenetevi al sicuro. Abbiamo perso una sorella meravigliosa, premurosa e bellissima, che ha lasciato questo mondo troppo presto».

La polizia di Londra ha garantito il suo massimo impegno sul caso. L'ispettore capo Neil John, dello Specialist Crime Command della polizia metropolitana, ha dichiarato: «Continuo a fare appello affinché tutti i testimoni e chiunque abbia informazioni contattino la polizia e condividano ciò che sanno. Le persone nella zona potrebbero ricordare di aver visto quest'uomo che trasportava un oggetto rosso, e forse cercava di nasconderlo nella manica. se è così, chiamate».

 

 


Ultimo aggiornamento: Domenica 26 Settembre 2021, 21:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA