«L'inverno sta arrivando, trasferitevi in Russia: qui il gas costa poco e ci sono belle donne»: lo spot che fa indignare

Il contenuto pubblicato dall'ambasciata russa in Spagna scatena la critica: una provocazione che suona come una minaccia all'Europa e all'Occidente

«L'inverno sta arrivando, trasferitevi in Russia: qui il gas costa poco e ci sono belle donne»: lo spot che fa indignare

La provocazione della Russia all'Europa passa anche dai social. E così lo spot diffuso dall'ambasciata russa in Spagna, fa discutere. Il governo di Mosca lancia una campagna a metà tra propaganda e una vera e propria sfida all'occidente in cui si invita a puntare sulla Russia come luogo ideale nel quale andare a vivere. «È ora di trasferirsi in Russia», recita il video e il web si indigna. 

Leggi anche > La Russia 'dimentica' la guerra: nessuno vuole più sentirla nominare. La influencer: «Parlarne nuoce agli affari»

«È tempo di trasferirsi in Russia»

L'invito dell'ambasciata russa è davvero anacronistico. In un momento storico del genere in cui la Russia è soggetta a pesanti sanzioni dall'Europa e mentre in Ucraina si continua a combattere una guerra che non sembra voler cessare, l'ente ha pubblicato sul suo account Twitter il video promozionale che invita gli spagnoli e gli europei in generale a trasferirsi in Russia. 

I «vantaggi»

Belle donne, gas economico, ma soprattutto «un'economia in grado di resistere a migliaia di sanzioni». Questi i vantaggi elencati all'interno del video, che è subito diventato virale, scatenando la reazione social. Nel video troviamo una sequenza di immagini che raccontano di una Russia dall'atmosfera impalpabile, quasi paradisiaca. La promessa di una «vita perfetta», che fa indignare ancor di più l'Europa. Un mix di vantaggi elencati e promossi con orgoglio dopo la prima scena in cui si vede lo stemma comunista della falce e martello e la voce in sottofondo esordisce: «Questa è la Russia».

La provocazione 

E pare evidente che più di un video promozionale sia una vera e propria provocazione all'Europa e all'Occidente. Nel video si ascolta: «Un'economia che può resistere a migliaia di sanzioni». Un affondo che non passa certo inosservato e che suona come una minaccia, con riferimento a energia e gas che in tutta Europa scarseggia dall'inizio della guerra in Ucraina. «L'inverno sta arrivando», annuncia la voce in sottofondo. Nessun riferimento alla nota Serie Tv del «Trono di spade», ma un avviso a coloro che nella stagione più fredda dell'anno avranno difficoltà a pagare le bollette sempre più care per riscaldarsi.

La polemica sul web

Un video così non poteva che scatenare polemiche sul web. Sui social sono tanti quelli che si sono indignati dopo aver visto il video. «Nessuna cancel culture? Vero, voi cancellate direttamente le persone che propongono idee diverse», esordisce un utente, come a sottolineare che quanto raccontato nel video non rappresenta la realtà. «Perché le donne sono sempre trattate come oggetti?», dichiara un altro utente prendendo spunto da uno dei vantaggi elencati nel video provocazione che faceva riferimento alle belle donne. «Metà delle cose nel video sono bugie», è il commento di un altro utente molto più diretto.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 4 Agosto 2022, 13:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA