La Russia 'dimentica' la guerra: nessuno vuole più sentirla nominare. La influencer: «Parlarne nuoce agli affari»

La Russia 'dimentica' la guerra: nessuno vuole più sentirla nominare. La influencer: «Parlarne nuoce agli affari»

Della guerra in Ucraina, a oltre cinque mesi dal suo inizio, in Russia non vogliono più sentir parlare. E quindi a Mosca, con l'arrivo dell'estate, si prova a chiudere un occhio: è un reportage del quotidiano britannico Guardian a far luce sulla vita di tutti i giorni nella capitale russa, con gli abitanti che passeggiano e si divertono al Gorky Park, uno dei luoghi più frequentati della movida.

L'ultima tortura dei soldati russi: tagliano i genitali con un taglierino a un prigioniero ucraino

Cinema e bar affollati, le coppie scattano selfie. «Sì, stiamo facendo una festa - ha raccontato al Guardian Anna Mitrokhina, una delle ballerine su una piattaforma da ballo all'aperto - Siamo fuori dalla politica, vogliamo ballare, sentirci e divertirci. Non posso più preoccuparmi e questo mi aiuta a dimenticare». La guerra è diventata come una routine, sempre più sullo sfondo, ormai quasi dimenticata.

«Nessuno vuole più sentire parlare della guerra, dell'operazione militare speciale, mi dicono di smettere di parlarne e di tornare ad argomenti normali come bellezza e fitness - racconta una blogger da oltre 100mila follower su Instagram - Ogni volta che la menzionavo ricevevo tanto odio nei miei messaggi. È nocivo per me e per i miei affari. Ho smesso di menzionarla. Semplicemente per molte persone non esiste». «L'incapacità di influenzare ciò che sta accadendo fa sì che le persone pensino meno alle questioni politiche globali e si concentrino maggiormente sugli argomenti quotidiani, sulla vita quotidiana» dicono gli analisti al Guardian. 

 

Ultimo aggiornamento: Sabato 30 Luglio 2022, 21:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA