Russel Crowe, il dolore per la morte di Sisto Malaspina: «Era come uno zio»

  • 111
    share
di Luca Calboni
Dopo la morte di Sisto Malaspina, ucciso a Melbourne da un attentatore a coltellate, ora è il momento del cordoglio e del ricordo: fra coloro che hanno voluto omaggiare il 74enne di origini italiane c'è anche un grande attore come Russell Crowe.

La morte di Sisto Malaspina



L'attore de "Il Gladiatore" era abituale avventore del bar Pellegrini's di Melbourne, dove si fermava ogni volta che passava per la città: «Era come avere uno zio preferito - ha scritto Crowe sul suo profilo Twitter - una delle ragioni per cui amavo andare a Melbourne, perché sapevo che sarei passato a salutarlo. Quando l'ho incontrato per la prima volta, ero un attore di teatro da quattro soldi, ma lui mi ha sempre trattato come un principe». La risposta dell'attore a un commento di un altro utente, che ha raccontato il momento in cui Crowe è entrato al Pellegrini's lo scorso luglio.
 
 


L'attacco, rivendicato dall'Isis


Il locale di Sisto, ai mezzi con il suo socio Nino Pangrazio, si trovava sulla Bourke street di Melbourne, dove l'attentatore aveva fatto esplodere la sua auto. Il Pellegrini's è un locale molto frequentato e non solamente dalla folta comunità italiana che si era trasferita in Australia. Amato e apprezzato da tutti, Sisto era anche diventato nonno solo una settimana fa.
Sabato 10 Novembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 14:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME