Rissa nel locale e sparatoria in ospedale, il calciatore Arda Turan rischia 12 anni e mezzo di carcere

Rissa nel locale e sparatoria in ospedale, il calciatore Arda Turan rischia 12 anni e mezzo di carcere

  • 4
    share
Un talento evidente, a cui fa da contraltare un carattere che definire difficile è un eufemismo: Arda Turan, calciatore turco di proprietà del Barcellona (ma in prestito all'Istanbul BB), si ritrova imputato e ora rischia fino a 12 anni e mezzo di carcere per una rissa in un locale ed un colpo di pistola esploso in un ospedale.

Andrea Bocelli, atterraggio d'emergenza in elicottero verso Milano​



Il fantasista, tornato a giocare in Turchia dal Barcellona, si era subito fatto notare in campo, ma non per i suoi numeri al servizio della squadra. Dopo aver aggredito un guardalinee, Arda Turan era stato infatti squalificato per 16 giornate. Ancora squalificato, però, il calciatore la scorsa settimana è andato decisamente oltre, rischiando di essere punito anche dalla giustizia ordinaria oltre che da quella sportiva.

Come riporta il quotidiano turco Hurriyet, Arda Turan è accusato di diversi reati: molestie sessuali, turbamento della pubblica sicurezza, lesioni volontarie e detenzione illegale di armi. Tutto era iniziato mercoledì scorso, in una discoteca di Istanbul: Arda Turan aveva iniziato a provarci in maniera pesante con una donna, Özlem Ada, moglie di un noto cantante turco, Berkay Sahin. Quest'ultimo, intervenuto per difendere la moglie, era giunto alle mani con Arda Turan ed il calciatore, colpendolo con una testata, gli aveva fratturato il setto nasale.

Dopo la rissa, Sahin e la moglie si erano recati in ospedale, per consentire il soccorso al cantante. Arda Turan, però, li avrebbe seguiti e, con in mano una pistola, avrebbe esploso volontariamente un colpo di pistola lungo una corsia, fortunatamente senza causare feriti. Il calciatore si è difeso così: «Non sapevo che Ada fosse sposata, io ero andato in ospedale per scusarmi con Sahin e il colpo di pistola è stato accidentale». Ora, però, deve sperare che i giudici gli credano.
Lunedì 15 Ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento: 22:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME