Regina Elisabetta, con l'ascesa di Re Carlo III in crisi legami tra colonie e paesi del Commonwealth e la Corona. Fine della Monarchia?

Secondo il Wall Street Journal molti paesi, tra cui Australia, Jamaica, Canada vorrebbero interrompere il legame con la monarchia di Re Carlo III

Video

La morte di Elisabetta II potrebbe cambiare i rapporti politici tra alcuni paesi ancora legati alla Corona Britannica, che vorrebbero la fine della Monarchia, instaurata durante il colonialismo britannico, per non avere più un capo di stato straniero ai vertici del loro paese. La regina, infatti, era una figura molto amata non solo dai sudditi, ma stimata e rispettata a livello internazionale anche da molti politici che nel corso dei lunghi anni di regno, avevano stretto rapporti personali con la compianta regina Elisabetta II. Ora però, con l'ascesa al trono di Re Carlo III - si legge in un articolo del Wall Street Journal - figura meno popolare fuori dai confini britannici, la bilancia delle relazione politiche potrebbe cambiare.

Regina Elisabetta, rispunta il presunto figlio segreto di Carlo e Camilla: «Addio nonna, in me sempre un pezzo di te»

Le ex-colonie vogliono abolire monarchia

Già prima della morte della regina, in realtà, alcuni paesi erano ormai insofferenti della monarchia. Tra queste, le Barbados che dopo 30 anni hanno abbandonto la monarchia, mentre altre nazioni caraibiche, incluse Giamaica e Antigua, si stanno preparando a recidere i legami. Anche il Canada, che fa parte dei paesi del Commonwealth potrebbe essere sulla strada di abolire la monarchia costituzionale, ed un sondaggio in Australia rivela che la maggioranza sostiene la creazione di una repubblica.

Regina Elisabetta, bambina dona il suo orsetto Paddington al principe William. Lui: «È dolcissimo, ecco a chi lo darò»

 

Giorni contati

Secondo Cindy McCreery, esperta di monarchia e colonialismo all'Università di Sydney, in Australia, la monarchia ha i giorni contati. Elisabetta II venne in Australia nel 1954 attirando «un enorme folle di persone accorse a salutare la regina, ma a distanza da 70 anni molti meno australiani hanno quell'affinità, poiché molti sono nati in Australia o sono emigrati da altri paesi», ha detto la docente.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 12 Settembre 2022, 15:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA