La Regina Elisabetta si affaccia dal balcone di Buckingham Palace per il Giubileo di Platino. «Guardiamo al futuro con entusiasmo» Foto

Per la sovrana c'è stata un'ovazione. E' uscita appoggiata al bastone ma è apparsa in ottima forma

Video

La Regina ha fatto la sua prima apparizione alle celebrazioni del Giubileo di Platino sul balcone di Buckingham Palace. Vestita con un abito azzurro con una rifinitura color crema, era in piedi accanto al figlio Carlo, il principe ereditario, mentre guardava l'enorme folla di persone che si sono presentate per celebrare i 70 anni del suo regno. 

Elisabetta, i 70 anni di corona della Regina che infine imparò a sorridere

 

Ovazione per Elisabetta

Ovazione per la regina Elisabetta, 96 anni, comparsa come previsto dal balcone di Buckingham Palace al termine della parata di Trooping the Colour.  La sovrana, vestita d'azzurro, è uscita inizialmente da sola appoggiandosi a un bastone, come è solita fare da alcuni mesi, ma è parsa in buona forma. La parata - accompagnata come di consueto dal suono delle marce militari, fra tamburi, trombe e cornamuse - era stata presieduta sul campo a cavallo per la prima volta dal delfino Carlo, con il suo primogenito William e la principessa Anna, secondogenita di Sua Maestà, a fargli ala pure in sella. Poi i reali «in servizio attivo» si sono spostati sul balcone per affiancare la regina, dopo che sul pennone del palazzo lo stendardo reale aveva sostituito la bandiera dell'Union Jack a confermare la presenza della monarca. Il saluto alla folla festante è stato preceduto da un siparietto quando il principino Louis di Cambridge, 4 anni, terzo figlio di William e Kate, ha anticipato tutti facendo capolino per un momento per sventolare la mano. 

La 96enne sovrana, in abito color carta da zucchero firmato da Angela Kelly, è stata salutata da ripetuti urrà di una folla strabocchevole assiepatasi alla fine della parata di Trooping di Colour di fronte a Buckingham Palace e lungo tutto il vialone del Mall per rendere omaggio ancora una volta alla sovrana più longeva della storia britannica: tornata a farsi vedere per l'occasione più importante dopo mesi di semi-isolamento e di forfait a ripetizione. La regina si è mostrata sorridente, e toccata dietro le lenti fumé dall'enorme manifestazione d'affetto dei sudditi affluiti in un tripudio di Union Jack, ha indugiato con lo sguardo sulla marea umana che la invocava prima di rientrare dal balcone nel palazzo. Balcone da cui ha assistito con un'espressione soddisfatta e a tratti assorta al passaggio di elicotteri e jet, con al fianco i membri in servizio attivo della Royal Family: alternando fitti scambi di parole con l'eterno erede al trono Carlo, alla sua destra, a qualche battuta con la di lui consorte Camilla, ma anche con il piccolo Louis, 4 anni, terzogenito di William e Kate, vivace alla sua sinistra accanto a mamma, papà, al fratello maggiore George (protagonista di qualche smorfietta) e alla sorella Charlotte. In quello che è stato un gran finale a naso in su nel cielo di Londra - un pò rannuvolato dopo il sole della prima mattina - segnato dal sorvolo di formazioni di velivoli vari: dai gloriosi aerei storici della Seconda Guerra Mondiale (un Lancaster, 2 Spitfire, 2 Hurricane), alla squadriglia di caccia Typhoon disposti a formare il numero 70, fino al trionfo delle Red Arrows, la pattuglia acrobatica della Raf, con la scia dei colori rosso, bianco e blu della bandiera nazionale del Regno. 

La parata Trooping the Colour

Mille e cinquecento soldati, 400 musicisti, 250 cavalli e 70 aerei. Questi i numeri della parata che ha fato al Giubileo di Platino. Uno spettacolo con pochi precedenti. Il centro della scena è stato affidato quest'anno nel cortile del palazzo alla sfilata equestre dell'Horse Guards Parade del primo battaglione d'elite delle Irish Guards delle forze armate britanniche. Mentre la corte annunciava il pienone sugli spalti allestiti a St James Park. Il suono dell'inno nazionale - God Save the Queen, Dio Salvi la Regina - ha quindi annunciato l'arrivo dei vertici della famiglia reale «in servizio attivo», accolti dal saluto entusiasta di ali di folla schierate lungo il vialone del Mall in un tripudio di Union Jack: in prima fila l'erede al trono Carlo con suo figlio William, secondo in linea di successione, entrambi in sella in alta uniforme assieme alla principessa Anna, secondogenita di Elisabetta, e con appuntate al petto le medaglie d'oro del Giubileo; seguiti fra gli altri a bordo di una carrozza comune dalle rispettive consorti, Camilla e Catherine (in abito firmato Alexander McQueen), assieme ai tre figli dei duchi di Cambridge, George, Charlotte e Louis.

Nella serata di ieri è stato diffuso il ritratto ufficiale (foto, sotto) che lascerà la sua immagine a futura memoria, per fermare in uno scatto i suoi 70 anni di regno. E' stata scelta una foto di fatta da Ranald Mackechnie nel vestibolo della Regina Vittoria a Windsor Palace, quella che è diventata la sua nuova residenza. La sovrana indossa un abito blu polvere ed un giro di perle. Alle spalle una finestra ed il castello. 

Insieme alla foto, un accorato messaggio scritto per ringraziare la sua grande nazione, che tanto le ha dimostrato, anche in quest’ultima celebrazione. “Grazie a tutti, comunità, famiglie, vicini e amici nel Regno Unito e in tutto il Commonwealth”, scrive la sovrana che si dice pronta ad approfittare di questi giorni di festa per riportare alla mente tanti ricordi felici. Si dice ispirata da tutta la buona volontà mostrata nei suoi confronti e spera che questi giorni e quelli a seguire potranno dare a tutti l’opportunità di riflettere sulle conquiste raggiunte negli ultimi 70 anni. “Guardiamo al futuro con fiducia ed entusiasmo”, è l’augurio che Elisabetta II restituisce al suo Paese e al mondo intero, oggi tutto rivolto verso di lei.

Gli auguri di Papa Francesco alla Regina Elisabetta

 Messaggio di auguri del Papa alla Regina Elisabetta per la festa nazionale e il Giubileo di platino. «In questa gioiosa occasione - scrive Francesco nel telegramma- invio auguri cordiali, insieme alla rinnovata assicurazione delle mie preghiere, perché Dio onnipotente conceda a Lei, ai membri della famiglia reale e a tutto il popolo della sua nazione benedizioni di unità, prosperità e pace».

Obama: la vita della regina un regalo al mondo

La vita della 96enne regina Elisabetta, e i suoi 70 anni di regno da record nella storia britannica, sono stati «un regalo per il Regno Unito e per il mondo». Lo ha detto l'ex presidente americano Barack Obama in un messaggio di auguri per il Giubileo di Platino di Sua Maestà, affidato a un video girato negli Usa e trasmesso oggi dalla Bbc. Obama rammenta il suo incontro da presidente assieme alla first lady Michelle con la sovrana (a quel tempo affiancata ancora dall'inseparabile principe consorte Filippo, scomparso quasi centenario l'anno scorso) come un momento memorabile. Ma anche come l'inizio di un rapporto quasi familiare, richiamando ancora una volta dietro l'immagine della sovrana il ricordo di quello di sua nonna. Mentre non manca di attribuire alla figlia di Giorgio VI il merito storico d'aver contribuito a rendere il suo Paese, il pianeta e «le nostre democrazie» più prospere e pacifiche. Quindi l'auspicio finale : «Possa la sua corona risplendere ancora per molti anni».

Il programma del Giubileo: 4 giorni di eventi

Parate, falò, corse di cavalli, concerti e feste in strada. L'intero Regno Unito si sta preparando a quattro giorni di celebrazioni per i 70 anni di regno della regina Elisabetta, in un programma che unisce eventi solenni e festa popolare in onore della sovrana 96enne, che i sondaggi indicano apprezzata da otto sudditi su dieci.Fra orgoglio nazionale e spensieratezza, con l'apertura dei pub prolungata fino a tarda notte, il Giubileo di Platino sarà anche un modo di festeggiare la fine dei duri anni della pandemia di covid.

Nessuno ha regnato tanto come Elisabetta nella storia britannica. Rimasta vedova l'anno scorso, guarita dal covid a marzo, la sovrana è sempre lucida e impeccabile nel suo ruolo, ma quest'anno è apparsa fisicamente più fragile, appoggiandosi qualche volta ad un bastone. Sempre più spesso si è fatta sostituire da altri membri della famiglia reale, come lo scorso 10 maggio quando è stato il figlio ed erede Carlo a pronunciare il discorso della Regina in parlamento. Per questo uno dei grandi interrogativi è a quali e quanti eventi del Giubileo riuscirà a partecipare. Quasi certamente si affaccerà sul balcone di Buckingham Palace al termine della grande parata del Trooping the colours il 2 giugno. Ma fino all'ultimo non vi sarà nessuna conferma della sua presenza nei vari appuntamenti delle celebrazioni.

L'altro grande punto di domanda riguarda Harry e Meghan, in arrivo dalla California insieme ai figlioletti Archie e Lilibet. Dopo la rinuncia allo status di reali e l'esplosiva intervista televisiva con Oprah Winfrey, a palazzo reale vi è il timore che la loro presenza possa oscurare la festa del Giubileo. Fonti stampa spiegano che, per ridurre le loro apparizioni in pubblico, è previsto che all'arrivo vadano direttamente nel cottage di campagna, lasciando negli Stati Uniti la maggior parte dei loro collaboratori. Buckingham palace ha già fatto sapere che giovedì non saranno sul balcone in occasione di Trooping the colours, dove ci sarà posto solo per i membri della famiglia reale in servizio e i loro figli. Per ora è certa la presenza dei Sussex solo venerdì alla cerimonia religiosa nella cattedrale di Saint Paul, anche se vi sono voci che domenica potrebbero affacciarsi sul balcone di Buckingham palace con il resto della famiglia. Sicuramente Harry e Meghan destano curiosità, ma in Gran Bretagna sono poco amati: il 63% ha di loro un giudizio negativo secondo un sondaggio Yougov.

 

 

Gli eventi in programma 

In occasione del Giubileo di platino sono stati proclamati quattro giorni di vacanza in tutto il paese. Si comincia il 2 giugno con il Trooping the Colour, la tradizionale parata militare per il compleanno reale. Elisabetta è nata in realtà il 21 aprile, ma i britannici sono pratici e la festa ufficiale viene sempre spostata a giugno quando il tempo è più clemente. Sfilate le truppe, la Regina si affaccerà sul balcone di Buckingham palace mentre in cielo si leverà uno stormo di aerei militari della Raf. A sera verranno accesi 1500 falò in tutto il Regno Unito e nelle 54 capitali dei paesi del Commonwealth. Il principale falò verrà acceso con una particolare cerimonia a Buckingham palace. Il 3 giugno vi sarà la cerimonia religiosa di ringraziamento alla cattedrale di Saint Paul, con il rintocco di Great Paul, la campana più grande del paese. È prevista la presenza di tutta la famiglia reale, compresi i Sussex e Andrea, terzogenito della regina, escluso dalle funzioni pubbliche dopo lo scandalo sessuale che lo ha coinvolto. Il 4 giugno è la volta della corsa di cavalli del Derby di Epson Downs, un omaggio alla passione della regina, che vedrà presenti diversi membri della famiglia reale. In serata si festeggerà a Buckingham palace con il Platinium party, mentre davanti al palazzo si svolgerà un concerto live con artisti come Diana Ross, i Queen, i Duran Duran, Rod Stewart e Sam Ryder Domenica 5 giugno è la volta della parata del Giubileo, che ripercorrerà la storia dei 70 anni di regno di Elisabetta II con figuranti, ballerini, militari, pupazzi dei famosi cani corgie della sovrana e una performance di Ed Sheeran. In tutto il paese si terranno pranzi del Giubileo, organizzati dalle comunità locali nelle strade, i parchi e le piazze per brindare alla salute della regina. Ne sono previsti almeno 16mila in tutta la Gran Bretagna, ma altri 600 si terranno in tutto il mondo. Intanto migliaia di persone hanno aderito al progetto Queen's Green Canopy per piantare alberi in onore della sovrana. Ma raccontare tutto quello che avverrà per il Giubileo è quasi impossibile. Praticamente ogni località britannica si è data da fare per organizzare un evento o un omaggio per festeggiare la regina.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 2 Giugno 2022, 20:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA